Utente 191XXX
Chi scrive è un ragazzo di 33 anni che a seguito di cattiva digestione, senso di gonfiore, esofagite, afte, cisti 2 anni fa si è operato, perchè diagnosticato attraverso ecografia, di colecistectomia.Il metodo utilizzato è stato la laparoscopia. Dopo intervento il professore mi ha detto che potevo mangiare tutto senza problemi.(Poi ho scoperto che la migliore cosa invece era mangiare poco piu’ volte al giorno). In base a quanto detto ho incominciato a mangiare tutto, ma i sintomo continuavano. Il gastroenterologo stupito del mio stato mi ha dato pariet e ha continuato a dirmi che potevo mangiare tutto e che le mie erano fisse mentali. Nonostante i sintomi ho continuato a mangiare tutto ma una sera, finito di mangiare ho incominciato a sentire prurito generale su tutto il corpo,in seguito dopo qualche mese anche rinitecon starnuti ecc.Essendo molto allergico alla polvere ho pensato che fosse allergia.Per una settimana ho preso zirtec, ma i pruriti non andavano via anche con xizal. Con il tempo ho incominciato a eliminare medicine come pariet, e allo stesso tempo, giacchè i medici non si spiegavano i sintomi, ho incominciato, a curare l'alimentazione. In questo modo ho quasi eliminato zuccheri, cioccolato,latte, formaggi, piatti elaborati, poco pane, poca carne, bevande gassate, succhi, pochissimo sale. Solo pasta,insalate,verdure e legumi.Dopo questa alimentazione(Ora oltre 12 mesi di questa alimentazione e ho migliorato l'ambiente e federe, calze,cuscini e materasso antiallergici, uso solo antistaminici xizal)e calata l'afte, ma mi sono rimasti gli altri sintomi ,(mi è rimasta una cisti sacrale). Mi sono accorto che il prurito generale diventava intenso dopo la digestione e quando mangiavo qualcosa che non digerivo o a contatto con lana e altri ambienti polverosi.In questi mesi ho cmq fatto tutti i test del sangue(dai piu’ seri alle intolleranze)e risulta la sindrome di Gilbert, colon irritabile e iperemia gastrica, niente celialchia (si intolleranza al lattosio(metodo scientifico), lievito, cioccolata, funghi pomodori(metodo omeopatico),ho fatto test tipizzazione linfocitaria e test saliva, acidi biliari (+ di 6,cioè il massimo ma il gatroenterologo dice che per dare prurito doveva essere 15 ).Da 1 mese e mezzo(sulla base di mie ricerche su internet) prendo oligoelementi: zolfo e manganese della pegaso,da 18 giorni gallium hell, transfactor 22 e histaminum 30 ch e con questa cura sono 10 giorni che non prendo l'antistaminico (i pruriti sono di meno), Ora sto pensando che i miei sintomi possono essere la conseguenza di una disbiosi o candida intestinale(ho fatto coprocultura 7 mesi fa, ma niente).Sto prendendo comunque, caprilico, pau darco, fermenti lattici, da 5 giorni. La mia pelle rimane sensibilissima a quello che mangio e a quello che indosso, il freddo.Poi ho ancora grossi problemi per quello che mangio, tutto mi gonfia anche in piccoli pasti semplici, tipo la carne la sera per me è proibitiva. Mi hanno consigliato su internet Epacyn.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Jan Walter Schroeder
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Il prurito cutaneo può essere causato da una particolare allergia agli acari e quindi potrebbe essere utile eseguire un Patch-Test.
I problemi digestivi compaiono talvolta anche dopo la colecistectomia e bisogna curaliproprio con piccoli pasti ed eventualmente farmaci procinetici. Escluderei una forma di allergia o intolleranza alimentare come cause dei sintomi.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 191XXX

Iscritto dal 2011
la ringrazio dottore, ma il patch test lo fatto e non è risultato niente. Come ho scritto è risultato con il prick test un valore molto alto di allergia agli acari (12), graminacee, pollini, ulivo. Inoltre ho usate per 2 mesi peridon e levopraid, ma non ho avuto risultati. Ora invece con le cure omeopatiche sto vedendo risultati(transfactor 22,gallium hell, histaminum 30 ch,oligoelementi zolfo e manganese), infatti sono 10 gg che non prendo l'antistaminico,nel senso che i pruriti calano sempre di più e ora si concentrano sopratutto in alcuni momenti della giornata.Ora avrei bisogno di comprendere cosa fare per migliorare la digestione, anzi curare l'intestino, fegato,ecc.Mi ritengo padrone del mio corpo e sento che il latte, la Carne,gli zuccheri uova, livito mi fanno male se no non avrei delle afte che mi vengono se mangio questi cibi. Inoltre penso che ci posso essere soluzioni naturali.
[#3] dopo  
Dr. Jan Walter Schroeder
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Condivido la Sua valutazione di agire in base ai sintomi e la correlazione con alcuni alimenti. Le terapie omeopatiche possono aiutare molto in queste forme fastidiose.
Cordiali saluti