Utente 189XXX
Buonasera non capisco il motivo che in certe situazioni mi diventa il viso rosso e con vampate di calore in particolare quando: sono al computer, mangio, sono in posti caldi... ho paura che sia la pressione alta... perchè sono un tipo estremamente ansioso e apprensivo!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Legendo le Sue precedenti richieste di consulti, pare proprio che la Sua sintomatologia sia riconducibile solo all'ansia.
Probabilmente, per superare questo immotivato timore di essere affetto da una patologia cardiovascolare, potrebbe giovarsi di un supporto psicologico.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 189XXX

Iscritto dal 2011
Ha perfettamente ragione, sono in cura per l'ansia... scusi ma soffrire di ipertensione significa essere cardiopatico???
[#3] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
L'ipertensione arteriosa, se non controllata adeguatamente, può provocare nel corso degli anni una cardiopatia, detta appunto cardiopatia ipertensiva.
Ma stia tranquillo, non è assolutamente il Suo caso.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 189XXX

Iscritto dal 2011
Dr. Fedi, il problema è che sto tutto il giorno benissimo mi misura la pressione prima di pranzare e c'è l'ho sulla norma il fatto e che arrivato sul tardo pomeriggio intorno alle 8, prima o dopo cena mi sale la pressione non avverto particolari sintomi soltanto rossore e calore sul viso... che significa????
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Solo allo scopo di tranquillizzarLa, pratichi un Holter pressorio. Avremo così la certezza che la Sua presunta ipertensione dipende unicamente dallo stato ansioso.
Cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 189XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio dottor Fedi, Cordiali saluti