Utente 193XXX
Circa nove anni fà ho subito uno schoc anafilattico mentre consumavo a pranzo una pietanza,nello specifico polenta al sugo con una forte dose di peperoncino fresco.
Dico forte dose poichè mentre mangiavo ho avvertito un fortissimo bruciore in bocca costringendomi a bera abbondantemente.
Ho subito avvertito un calore e forte prurito in tutte le parti del corpo , in particolare in testa,quindi ricoverato in ospedale con il cortisone ho superato il momento parrticolare.
Succesivamente,c/o una struttura pubblica, ho fatto l'esame allergologico dal quale è scaturito che sono allergico al mais.
Negli anni a seguire si sono manifastati non ciclicamente bensì in periodi vari ravicinati e non, degli angioedemi che si presentavano con un gonfiore delle labbra,oppure degli occhi puntualmente la mattina presto intorno alle ore 3.00 preceduti da un prurito della parte, per poi scomparire entro mass.imo la mattina succesiva.
Dopo ciò ho iniziato ad oservare gli effetti degli alimenti scoprendo che non
mangiamndo il pomodoro fresco crudo non ho più avuto angioedemi.
Circa due anni fà,essendo raffreddato, ho assunto un OKI, dopo cena e dopo aver assunto abitualmente dei farmaci per il co
lesterolo di tipo ereditario ho avvertito una mancanza di respiro e solo dopo essermi dibattuto fuori dell'abitazione per circa dieci minuti pian piano ho ripreso a respirare meglio.-
Due giorni fà ho iniziato ad avvertire un pizzico alla gola, pensando ad un inizio di raffreddore ho assunto fino a ieri sera ore 24.00 due compresse al giorno di EFFERALGAN.C.
Preciso che ieri sera ho cenato tardi terminando alle ore 23.00 e consumando della cozze cotte.
Durante la notte ho avvertito il pizzico alla gola molto forte trovando difficoltà a degludire la saliva per il forte dolore.
Verso le ore 8.00 alzatomi dal letto avvertivo in alcuni momenti difficoltà a respirare ma principalmente come se avessi del muco abbondante nel naso e non riuscivo a espellere nulla dal naso e nemmeno ad ingoiarlo poichè non si staccava.
Ricoverato subito in ospedale mi hanno fatto del cortisone e quel gonfiore che avevo in gola è scopmarso dopo circa otto ore.
Chiedo cortesemente una Vs. cconsulenza in merito.
Ringrazio e porgo distinti saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Jan Walter Schroeder
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Probabilmente si tratta di due problemi:1) allergia alimentare per la quale bisogna fare le cutireazioni con alimenti commerciali e freschi e dosaggio ematico RAST,
2) allergia a farmaci antinfiammatori come ketoprofene e paracetamolo.
Cordiali saluti