Login | Registrati | Recupera password
5/1

Discopatia cervicale c5 c6 - c6 c7 - spondiloartrosi

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007

    Discopatia cervicale c5 c6 - c6 c7 - spondiloartrosi

    Dopo essere stato sottoposto a varie sedute di terapie di manipolazione e cure omeopatiche, ho raggiunto un certo sollievo dai vari sintomi,che però si riacutizzano ad ogni chiambiamento climatico.
    Da poco ho intrapreso una nuova tecnica terapica la TECAR con in aggiunta trazione cervicale di kg.6.Il miglioramento, sebbene ci sia stato, resta comunque incostante.
    Vorrei sapere se riuscirò a raggiungere un certo grado di benessere che mi consentirà di attenuarne in maniera quasi definitiva i sintomi per un periodo più o meno lungo, in quanto mi ha fortemente invalidato soprattutto sul piano psicologico e mi sento veramente disperato e incapace di agire normalmente.Sintomi:vertigini,astenia,nusea.(necessita l'intervento)?



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 1058 Medico specialista in: Neurochirurgia

    Risponde dal
    2006
    Caro signore e conterraneo,
    dovrebbe anche farci sapere quanto meno che tipo di esame ha permesso di fare diagnosi, se ha anche sintomi agli arti superiori e che tipo di sintomi.
    Con le notizie che ha fornito è impossibile rispondere alla Sua domanda.

    Cordialità

    Dr. GIOVANNI MIGLIACCIO
    Medico Chirurgo
    Specialista in Neurochirurgia
    Azienda Ospedaliera Fatebenefratelli
    C.so di Porta Nuova,23 - MILANO (MI)
    Tel.: 3356320940
    giovannimigliaccio@medicitalia.it
    http://www.medicitalia.it/giovannimigliaccio
    giovannimigliaccio@tiscali.it



  3. #3
    Indice di partecipazione al sito: 698 Medico specialista in: Ortopedia
    Medicina dello sport
    Medicina fisica e riabilitativa

    Perfezionato in:
    Medicina manuale osteopatica

    Risponde dal
    2006
    EGR.SIG.GIUSEPPE, COMPLETANDO QUANTO GIUSTAMENTE E CORRETTAMENTE, IN MANIERA CHIARA ESPRIME IL COLLEGA DOTT. MIGLIACCIO, RITORNIAMO AL PUNTO DI SEMPRE.
    BASE DI OGNI COSA DELLA VERA MEDICINA: CHE NOI SPECIALISTI DOBBIAMO SPIEGARE ED INCULCARE!!!! MA E' STA FATTA UNA DIAGNOSI PRECISA DALLO SPECIALISTA ORTOPEDICO, TRATTANDOSI NEL CASO IN QUESTIONE DEL RACHIDE CERVICALE ?
    CHE ESAMI HA FATTO IL COLLEGA ORTOPEDICO CON CUI E' STATO IN CURA ? E LE MANIPOLAZIONUI VERTEBRALI CHI LE HA PRESCRITTE? ED ANDAVANO ESEGUITE ? CHI LE HA ESEGUITE QUESTE TECNICHE COSI' COMPLESSE E SOLO DA PRATICARE DA MANI SUPERESPERTE SPECIALISTICHE ?
    PERCHE' NON HA ESEGUITO ALTRE TERAPIE FARMACOLOGICHE E FISIOCHINESICHE CHE VANNO EFFETTUATE IN QUALSIASI ARTROSI CERVICALE CON DISCOPATIA CERVICALE ? COME PROBABILMENTE AVRA' LEI.
    MA PERCHE’ VOREBBE OPERARSI E DI CHE COSA DELLA NAUSEA, DELLA VERTIGINE ??? NO SIG. GIUSEPPE, NON E' COSI'! ASCOLTI !!!
    SI FACCIA RIVISITARE E SEGUIRE DA UN COLLEGA ORTOPEDICO DELLA SUA CITTA' E DA UN COLLEGA FISIATRA, SPECIALISTA IN FISIOCHINESISTERAPIA, SAPRANNO LORO, CON ESAMI CLINICI ED ESAMI STRUMENTALI SPECIFICI, CHE RITERRANNO OPPORTUNO,SOPRATUTTO SE VI E' UNA CERVICOBRACHIALGIA CON DEFICIT NEULOLOGICI,
    COME CURARLA !!!
    PER LA SINDROME VERTIGINOSA, SPESSO DI ORIGINE CERVICALE, è OPPORTUNO ANCHE UN CONSULTO DELL'OTOIATRA!!!
    CORDIALI SALUTI
    ALESSANDRO CARUSO
    Specialista Ortopedico-Traumatologo//Fisiatra
    Messina




  4. #4
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007
    Ringrazio per la gentile risposta, naturalmente, le analisi cliniche e le radiografie le ho eseguite su richiesta dell'ortopedico,dal quale sono stato sottoposto a manipolazione vertebrale. Per quanto riguarda invece la TECAR terapia e la trazione cervicale mi sono rivolto ad un medico chirurgo spec. in reumatologia e medicina sportiva. Devo aggiungere che in questo momento mi sento molto meglio. Ho eseguito due RX rachide cervicale ed i seguenti esami del sangue:azotemia,glicemia,uricemia,creatininemia,bilirubinemia t.,trigliceridi,colesterolemia t.,ast/got,alt/gpt,ldh,ck,gamma gt,fosfatasi alcalina,calcemia,fosforemia,sodiemia,potassiemia,proteini totali,tas,proteina c reattiva,reuma test,ves. Per mia fortuna, tutto nella norma. Se i disturbi dovessero continuare quali sono i Vostri consigli? Non ho nessun sintomo agli arti superiori. Cosa ne pensate dell'ozono terapia?



  5. #5
    Indice di partecipazione al sito: 1058 Medico specialista in: Neurochirurgia

    Risponde dal
    2006
    Mi par di capire che il problema sia una cervicalgia. Se la terapia fisica Le sta dando buoni risultati continui con pazienza.
    L'ozono terapia, a mio personale giudizio,non ha una efficacia risolutiva e definitiva, tanto più se, in caso di discopatia, non viene effettuata nello spazio intradiscale, ovvero fra due vertebra.
    Operazione che va fatta in ambiente sterile e sotto controllo radioscopico. Che mi risulti nessuno applica questa pratica a livello cervicale, per gli alti rischi connessi.
    Vista l'ora,Buona Notte!
    Dr. Giovanni Migliaccio



  6. #6
    Indice di partecipazione al sito: 698 Medico specialista in: Ortopedia
    Medicina dello sport
    Medicina fisica e riabilitativa

    Perfezionato in:
    Medicina manuale osteopatica

    Risponde dal
    2006
    Egr. sig. Giuseppe noto che si sta curando con soddisfazione con il collega ortopedico e continui così. Le ho già risposto, le posso solo ribadire che per la sua artrosi cervicale di continuare periodicamente della Fisiochinesiterapia, affidandosi allo specialista del settore ossia al Medico Fisiatra eseguendo delle sedute di Ionoforesi, marconiterapia, massaggi e correnti diadinamiche, anche delle trazioni cervicali se indicate; al bisogno delle sedute di mobilizzazioni articolari e manipolazioni vertebrali e di fare della ginnstica di attivazione del rachide cervicale.
    Per qunto concerne l'ozonoterapia, che a volte tanti pazienti hanno eseguito senza significativi risultati o con risultati simili o inferiori ad altri presidi terapeutici di fisiochinesiterapia, le posso dire che :
    indipendentemente dal fatto che non sia nè risolutiva nè definitiva, come giustamente asserisce il collega neurochirurgo, e come lo sono d'altronde tutte le cure per le patologie degenerative e croniche dell'organismo, in quei distretti anatomo-funzionali che non possono essere sostituiti da protesi o trapianti, per l'ozonoterapia non ve ne sono i presupposti tecnici, esistendo tante altre metodiche terapeutiche, fisiochinesiche meno invasive, meno indaginose, più facilmente accessibili, come già è stato accennato dallo stesso collega, con risultati nettamente superiori .
    Cordiali saluti
    Alessandro Caruso
    Specialista Ortopedico-Traumatologo//Fisiatra
    Messina





Discussioni Simili

  1. Torcicollo o cervicale
    in Ortopedia
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 19/10/2007, 23:57
  2. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 17/10/2007, 17:29
  3. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 17/10/2007, 09:20
  4. Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 31/10/2007, 17:05
  5. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 05/11/2007, 17:13
ultima modifica:  13/08/2014 - 0,11        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896