Utente 195XXX
Salve,
il mio problema è una fistola gengivale sotto un molare inferiore destro.
Questo molare negli anni ha subito due cure canalari, si è rotto, ed è stato totalmente ricostruito.
tale fistola non è nolto visibile, perchè si trova all'interno del palato, a contatto con la lingua, non mi crea particolare dolore, solo alcune volte masticando.
Sono andata dal dentista, mi ha fatto una radiografia ed è risultato che c'è uno siluppo dei batteri sotto il dente nel punto dove partono le radici, ma il dente è sano...sono penetrati dei batteri a causa di uno scollamento della gengiva e ciò mi crea il problema. Mi ha fatto una pulizia dei denti mi ha puilito l'inerno della gengiva disinfettando.
Inoltre io mi sono resa conto di una cosa...negli anni ho sviluppato questi problemi a questo specifico dente sempre in un periodo stressante ( in questi casi serro la mandibola) e mi sono resa conto che tale dente "si fa carico" di tutto il peso dell'arcata superiore: è il primo che tocca ed dall' altro lato i molari superiori ed inferiori non si toccano quasi.

Ora il problema si è ripresentato mi sono state prospettate tre soluzioni: togliere il dente, dividere il dente in due così da aprire il passaggio, provare un nuovo macchiario all'ozono che dovrebbe uccidere i batteri.
Vorrei sapere quale è la migliore soluzione e se questo macchinario all'ozono è affidabile o se ci sono altre soluzioni.
Grazie
[#1] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
PRIMA la diagnosi, POI la terapia.

A prima impressione, lei ha descritto che qusto detne sembra toccate un attimo prima degli altri.
La cosa più logica che mi verrebbe da dirle è che PRIMA deve essere "abbassato" fino a toccare correttamente con gli altri.

Quella che lei ha descritto è una malocclusione, e il suggerimento è di farsi vedere da uno gnatologo.

Chi è questo gnatologo?
Lo spiego qui:
http://www.medicitalia.it/sergioformentelli/news/439/Lo-gnatologo-ma-chi-e-costui

L'ozono è una macchina che disinfetta.
Nient'altro che uno degli strumenti più o meno costosi che disinfettano la tasca di un dente.
Il più semplice (ed economico) è una semplice curette in mano ad un igienista o a un paradontologo con buone mani.