Utente 777XXX
sono un uomo di 59 anni e dopo un consulto con un urologo, mi ha detto che la difficolta' nel compiere l'atto sessuale sia in termini di desiderio che nel portarlo a termine dipende dall'associazione di un antidepressivo (efexor) e di antiipertensivo(quark)che assumo normalmente(l'antidepressivo lo assumo da circa un anno e devo prenderlo per ancora un altro anno ancora, mentre l'antiipertensivo lo assumo da diversi anni e dovrei per tutta la vita, vorrei sapere se ci sono delle possibilita' di avere un rapporto sessuale soddisfacente, anche assumendo i farmaci sopradescritti.Ringraziando anticipatamente per vostra gradita risposta ,porgo i migliori saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ernesto Fina
28% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2011
Per attribuire la piene responsabilità dei suoi disturbi erettili ai farmaci che assume,lei dovrebbe sottoporsi ad una esame andrologico completo che consenta di definire la natura del suo deficit erettile.Se tali tasts dovessero escludere alterazioni organiche,si può pensare ad una causa farmacologica e istituire una opportuna terapia sotto la guida del suo andrologo.