Utente 175XXX
buon giorno, vorrei sapere se la serenoa può portare ad avere deficit erettile.
se si , basta sospenderla, oppure bisogna indagare qualcosa, e quali sono gli scenari possibili??
grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
IL presidio terapeutico da lei citato non è conosciuto come in grado da solo di scatenare un problema erettivo.

Ora gli scenari possibili sono in primis quello di consultare il suo andrologo e poi con lui sempre iniziare una attenta e precisa valutazione diagnostica del suo problema sessuale.

Fatto questo poi impostare una terapia, la più mirata.

Se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/231-farmaci-interventi-possono-danneggiare-sessualita-maschile.html .

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 175XXX

Iscritto dal 2010
ringrazio per la risposta.
però, vorrei , se poss. delle spiegazioni.

assumo serenoa per due anni
ho dei problemi di erezione
andato dall'andrologo e parlato
diciamo che si è propensi a pensare ad un problema ansioso, ma richiedo alcuni esami

testo e prolattina sono ok..


io vorrei fare una ecogr . prostatica ma ha senso??
che cosa sto cercando?
immagino che la prostata stia li bella tranquilla proprio grazie alla serenoa
spero che possiate capire le mie incertezze e darmi un parere specifico
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Oltre alle valutazioni ormonali, da lei già riferite nella norma (altro dato che escluderebbe la causa "Serenoa"), in questi casi si pensa a fare anche ad una attenta indagine per ricercare eventuali cause vascolari al suo problema ad esempio con un ecocolordoppler dinamico delle arterie peniene.

A questo punto le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sempre sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html .

Un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Utente 175XXX

Iscritto dal 2010
riporto esito esamen ecografia prostatica:

prostata di dimensioni 13,43cc con porzione peruretrale di 6,31 cc.
regione transizionale: parenchima ecograficamente disomogeneo , microcalcificazioni intraparenchimali come da esiti di passate flogosi prostatiche.
regione periferica:parenchima ecograficamente disomogeneo, capsula apparentemente integra, non aree ipoecogene ecograficamente rilevabili.
vescicole seminali bilateralmente simmetriche normoconformate

chiedo CORTESEMENTE cosa ne pensano i dottori
:
ho 38 anni.
ho assunto serenoa ( per capelli) per 2 anni e smesso da 3 mesi.
ho eseguito l'esame per defici erettile, in cui però la componente ansiosa è prevalente.
in sostanza pensavo di non avere niente alla prostata e avevo bisogno di conferma.
grazie
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Confermiamo che a livello prostatico, per l'ecografia allegata, non sembrano emergere particolari problemi clinici.

Ma ha fatto un ecocolordoppler delle arterie peniene?