Utente 132XXX
Salve, intanto ringrazio fin da subito i medici che risponderanno al mio quesito.
Ho una bimba di 5 mesi e da 2 mesi soffro di stati d'ansia,mi sento sempre stanca,sfiduciata e senza forze!Mi sono trasferita,con mio marito,in una cittadina di provincia di Milano e qui non conosco nessuno,non ci sono nè i miei genitori,nè quelli di mio marito e quindi mi sento ancora più sola in questa nuova situazione da gestire.Mio marito lavora tutto il giorno e quindi io mi ritrovo a stare tutto il giorno da sola a casa.
Quando è venuto il medico fiscale per la visita mi ha proposto di andare giù in Sicilia dai miei,ma io non me la sono sentita di spostarmi da sola con la bimba(mio marito per lavoro non poteva accompagnarmi).
Adesso mio marito mi ha proposto di andare qualche giorno dai suoi parenti in Umbria,ma io ho detto che non posso spostarmi per la visita fiscale.
Volevo sapere appunto questo,posso spostarmi comunicando al mio datore di lavoro il cambio di domicilio?io sono un'insegnante,cosa faccio,lo devo comunicare sia a scuola che al medico fiscale o se ne occupa la scuola?devo portare qualche giustificazione o data la mia diagnosi non è necessario?
sto seguendo anche un percorso con una psicologa che mi sta aiutando molto a superare tante miei insicurezze da neomamma!
aspetto una vostra risposta grazie mille
[#1] dopo  
172248

Cancellato nel 2011
Gent.ma Utente,

Sì, è possibilissimo. Quando ero un giovane medico INPS, io stesso, a volte, effettuavo visite di controllo addirittura in campeggi perché i Pazienti interrompevano le ferie per usare giorni di malattia.

A quei tempi, era sufficiente comunicarlo al datore di lavoro che provvedeva alla comunicazione all'INPS. Non so come sia oggi.

Saluti.