Utente 184XXX
Gent. dott. Alvino,sono molto preoccupata per un intervento di isteroscopia operativa che dovrò fare in anestesia spinale,poichè il gine che ha effettuato quella diagnostica,diceva che tendo a contrarmi troppo dal dolore,quindi preferisce agire con la spinale,ma ho tanta paura dell'anestesia,mi diceva che il tutto durerà 30 minuti,poichè questo tipo di intervento generalmente si fa in sedazione profonda,ma siccome non tollero il dolore è costretto a fare la spinale.
Dopo quanto tempo avrò la sensibilità di nuovo?
Questo tipo di anestesia,dopo la ripresa,consente di tornare in giornata a casa?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
20% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Utente buonasera, il tipo di intervento da effettuare può essere fatto anche in anestesia spinale. Essendo una isteroscopia "operativa" durerà certo di più di una "diagnostica" e quindo può prevedere il ricorso giustificato a questa tecnica.
Se non vi sono controindicazioni eventualmente rilevate in corso di visita anestesiologica preoperatoria non vedo motivo di allarmarsi. Io generalmente utilizzo la subaracnoidea (spinale) proprio per questi interventi anche se programmati in day-surgery. I pazienti tornano a casa in serata se comunque si verificano le condizioni previste per la loro dimissibilità: ripresa della funzionalità motoria e sensitiva degli arti, diuresi spontanea, nessun imprevisto chirurgico, vicinanza del domicilio con la sede ospedaliera.
Ovviamente il tempo necessario deve esserci per l'osservzione post operatoria e quindi sarebbe meglio essere tra i primi in lista. La spinale ha una durata variabile da 1 h a poco più, dipende dai farmaci e dalla tecnica utilizzata dal Collega. Ovviamente ne parli con lui in sede di visita. E' comunque una tecnica sicura da affrontare serenamente. Non vi è mai rischio "zero" in Medicina, ovviamente, ma neanche motivo di essere particolarmente allarmati. In bocca al lupo e stia serena.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 184XXX

Iscritto dal 2010
Gent. dott. Alvino,la ringrazio per avermi risposto,e mi scuso di averla risposto solo oggi.
Mi ha tranquillizzato abbastanza,ma volevo porle un ulteriore domanda.
Ma per questo tipo di intervento,mi dovranno mettere il catetere vescicale?
Ed inoltre sentirò dolore per la puntura spinale?
Grazie ancora.
[#3] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
20% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Non necessariamente, non conosco i motivi per cui si opera ma riterrei di no. Comunque la parte sarebbe addormentata e quindi non si accorgerebbe di avere il catetere.
Se mai solo nel caso di ritenzione vescicale dovuta all'anestesia potrebbe rendersi necessario uno svuotamento di questa ma con una manovra di cateterismo estemporanea. Devo però dirle che difficilmente ciò può accadere.
Per l'esecuzione di una puntura spinale ritengo che il dolore sia veramente minimo e sopportabile (a differenza del disagio psicologico provato spesso dal paziente che non l'ha mai subita). Ai miei pazienti in visita dico sempre che è forse più fastidioso un routinario prelievo venoso di sangue! Ma molto dipende anche dalla "mano" del collega.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 184XXX

Iscritto dal 2010
Gent. dott. Alvino grazie,allora il mio problema è un piccolo mioma intramurale di 14x14 a probabile sviluppo intracavitario,che secondo la mia gine dovrò togliere,poichè sono alla ricerca di una gravidanza,e questo potrebbe crearmi problemi,in realtà mi sono fidata di lei,in quanto non ho chiesto altri consulti,se non on line grazie al Vs sito.
Che ne pensa dott.posso stare tranquilla?
E sopratutto posso fidarmi?
E secondo Lei questo tipo di intervento necessita di catetere vescicale?
Grazie ancora,tutti voi dello staff,siete veramente molto importanti per noi utenti un pò ansiosi.
[#5] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
20% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Ma tranquilla su cosa? E di chi dovrebbe fidarsi? Non possiamo fare neanche un paragone tra un consulto on line e una visita medica. Il suo medico è SOLO la ginecologa che l'ha visitata e che ritiene di intervenire per i problemi di cui sopra. Oltre al fatto che pareri ginecologici non sono attinenti alla mia specialità. Penso che per questo intervento NON sia necessario il catetere vescicale per finalità anestesiologiche però se la sua ginecologa lo prescrive non vedo particolari controindicazioni e sicuramente per un tempo assai limitato all'arco perioperatorio.
Cordialità.