Utente 132XXX
Salve gentili dottori,sono un ragazzo di 20 anni e da un paio di volte riscontro un problemi di erezione durante il rapporto,o meglio da quando metto il profilattico e cerco di penetrare la vagina della mia partner appena la tocco noto che il mio pene e cme se si scontrasse cn un muro e si afflosci,questo mi causa un pò di ansia visto che non ho rapporti lunghissimi,però col tempo sto iniziando a gestirli,con la masturbazione va tutto bene anzi il mio pene è sempre più duro e lungo che nei rapporti sessuali come si spiega questo fenomeno e sopratutto credo che l'assunzione di farmaci x un problema al ginocchio e il fumo non aiutino,potrebbero essere questi 2 i miei problemi?grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Enrico Conti
44% attività
0% attualità
16% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Caro utente, alla Sua età il fumo fa certamente male, ma non incide ancora significativamente sull'erezione. Il problema è squisitamente emotivo: provi a non aver fretta di penetrare e a rilassarsi quando è con la Sua ragazza. Il pene non vuole pensieri (e ansie..) come recita in maniera, in verità più cruda, un vecchio detto napoletano. In gamba e cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 132XXX

Iscritto dal 2009
Grazie mille per la sua risposta, ero sicuro che si trattasse solo di una cosa psicologica,solo una cosa,come mai ci sono differenti tipi di erezione?cioè perchè da solo è sempre più eretto e duro e nei rapporti no?questo aldilà di tutti i problemi che prima le ho citato
[#3] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Certamente il fumo può influire sull'icremento dello stato di ansia che in gergo chiamiamo da "prestazione" e peggiorare la situazione reiterando il problema.
Per quanto riguarda i farmaci solo pochissimi tipi possono agire sulla sfera erettile.
Sicuramente in questa fase ha bisogno dell'ausilio di un andrologo che sulla scorta di eventuali esami può avviare una giusta terapia che può anche essere di tipo sessuologico. E' un buon punto di partenza se non ha problemi con l'autoerotismo.
[#4] dopo  
Utente 132XXX

Iscritto dal 2009
Sinceramente credo che prima di consultare un andrologo mi debba fare prima un esame di coscienza,tranquillizzarmi e vedere le successive volte come andrà senza crearmi troppi problemi,però la curiosità di capire come funzionano i vari tipi di erezione mi è rimasta :)
[#5] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
La percezione della diversa rigidità situazionale può anche essere una sensazione non reale a meno che non sia dovuta alla eccessiva costrizione causata dal preservativo.

P.S.: l'importante è non trascurarsi!
[#6] dopo  
Utente 132XXX

Iscritto dal 2009
io parlo prima di metterlo,potrebbe anche variare in base alla posizione presumo,un pensiero che mi è venuto adesso è che sia possibile che siccome da qualche giorno sono molto eccitato mi masturbo frequentemente e proprio per questo oggi l'erezione non è stata perfetta?grazie mille per il suo e vostro interessamento!!
[#7] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Gentile utente, escluderei la posizione, se il calo di erezione e/o rigidità è occasionale rientra nella normalità se dovesse persistere se ne riparla! a meno che non si tratti di stimolazione non efficace a raggiungere e mantenere la giusta rigidità.