Utente 817XXX
salve, ho contattato un andrologo in seguito a problemi di non riuscire a mantenere l'erezione, ed eiaculazione precoce.Dopo gli esami standard, che hanno avuto esito negativo, mi e' stato consigliato..del viagra..premetto che i suddetti problemi sono aggravati in caso (a volte solo nel caso) di uso del profilattico.L'esito e'stato con una cp da 0.25..una potente erezione...ma eiaculazione dopo 2 minuti... la cosa piacevole e' stata che il tempo di recupero e' stato di circa 10 minuti... e il rapporto successivo mi ha consentito di portare la mia partner all'orgasmo....con un rapporto..lungo..ma con una tumescenza solo sufficente e non come...quella avuta alla erezione precedente. esiste un framaco tra quelli noti che potrebbe aiutarmi meglio??
grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,ho la sensazione che vada approfondita la diagnosi andrologica,di cui fa alcun cenno specifico.Solo successivamente potremo dare un giudizio nel merito di un disagio sessuale che,quasi mai,ha tempi brevi di risoluzione.Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 817XXX

Iscritto dal 2008
dopo esami delle urine,spermiogramma,e testoterone..come ripeto tutto nella norma, ispezione ano rettale non rileva problemi alla prostata,e ecotomografia pubica testicolare che rileva un epidimio presente da molto...il mio andrologo ha voluto consigliarmi viagra 25 con gli effetti descritti sopra... premetto che i problemi relativi:
1)mantenimento erezione , solo con profilattico.
2)eiaculazione precoce anche senza profilattico

grazie.
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...credo che la diagnosi andrologica sia incompleta,per cui mi atterrei ai consigli del'andrologo di riferimento o,in alternativa,di uno maggiormente dedicato.Nel frattempo,Le consiglierei di incominciare a dimagrire,vista la accertata correlazione tra obesita',prostata (che produce lo sperma) ed erezione.Cordialita'.
[#4] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,
mi associo al DR.Izzo nella risposta.
Diventa indispensabile una diagnosi differenziale andrologica, per contestualizzare le sue difficoltà erettive ed eiaculatorie.
Pensare ad un farmaco risolutico e miracoloso alla sua giovane età ed alla giovane età della sua sessualità è vano e falso.
Legga, se desidera,alcuni di questi miei articoli, credo troverà qualche spunto di riflessione.
Saluti
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/581/Eiaculazione-precoce-solitudine-e-sofferenza-di-chi-ne-soffre

http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/152/Andrologia-e-psico-sessuologia-due-discipline-a-braccetto

http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/106/Dipendenza-psicologica-dalla-terapia-orale-per-il-deficit-erettivo