Utente 197XXX
salve
ho avuto problemi ad avere un erezione,a mantenerla e oltre a sentire una sorta di bruciore ho iniziato a soffrire di eiaculazione precoce.mi sono rivolto ad un andrologo che ha subito pensato ad un problema alla prostata che risultava molle. ho fatto un primo ciclo di antibiotici non essendo migliorata la cosa mi ha sottoposto al rigiscan. l erezione notturna c è stata, ha pensato allora di farmi fare un altro ciclo di antibiotici per la prostata persistendo i bruciori e le vari difficolta durante il rapporto. ho due domande: 1) secondo voi è corretto prescrivermi antibiotici dando per scontato che sia un problema di prostata senza farmi fare le dovute analisi sulla prostata ? 2) durante questi quindici giorni mi devo astenere da fare sesso ? il rapporto sessulae potrebbe influire in negativo sull infiammazione ?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
le prostatiti come la sua possono essere o meno associate a disfunzione erettile, la quale può avere origine anche diversa dalla prostaite stessa. La presenza di rigiscan nella norma starebbe ad indicare la presenza di forti fattori metivi condizionanti la cosa. Comunque ok per terapia. Non posso entrare nella dinamica della visita, a volte i sintomi sono sufficienti Nessuna astensione da seso, il rapporto sessuale non influenza granmchè, ma nonm trattenga eiaculazione