Utente 201XXX
salve. sono un ragazzo di 27 anni. da circa un anno ho una continua astenia, molto forte, mi sento molto spossato e al minimo sforzo, anche stando in piedi qualche minuto comincio a sudare e devo sedermi e darmi una rinfrescata altrimenti mi sento svenire. in 3 occasioni sono svenuto. starei tutto il giorno a letto di quanto mi sento privo di forze. non ho altri sintomi, ne dolori ne febbre ne altro. in passato (circa 5 anni fa) ho avuto forti dolori addominali per circa 3 mesi che nonostante i diversi accertamenti ecografici e visite chirurgiche non portarono mai a una diagnosi certa e passarono soli senza mai piu ripresentarsi. erano accompagnati da forti mal di testa e vertigini e ai tempi il neurologo parlo di ansia e depressione. non mi venne data nessuna cura e tutto passò da solo.non so se centra qualcosa ma mi sembra l'unico dato da riportare. non ho mai sofferto di altri disturbi, mai avuto interventi chirurgici di alcun tipo, mai avuto traumi di alcun tipo. non ho avuto un calo di peso ma devo sottolineare che sono sempre stato sottopeso. sono di corporatura longilinea.
ho eseguito diversi accertamenti:
esame urine, emocromo, esami del fegato, dei reni, esami della tiroide, un elettrocardiogramma sottosforzo, visita neurologica, visita dall'endocrinologo. tutti gli esami erano nella norma. l'unico specialista che ha fatto una possibile diagnosi è il neurologo che ha parlato di un possibile esaurimento nervoso e secondo lui è una recidiva dei sintomi che ho avuto anni fa.
quali altri accertamenti potrei fare per stare piu tranquillo?
di recente, direi da circa un paio di mesi ho dei forti pruriti all'ano. solo prurito, ne sangue ne dolore ne costipazione. non ho ancora portato questo all'attenzione del mio medico. non so se questo possa essere collegato in qualche modo alla mia sintomatologia.
prima di una diagnosi di depressione che sono restio ad accettare, (non mi sento minimamente depresso) vorrei sapere se ce qualche condizione medica da escludere visti i miei sintomi.
grazie in anticipo. a presto
[#1] dopo  
172248

Cancellato nel 2011
Gent.mo Utente

Secondo come Lei descrive la Sua condizione, sembrerebbe che tutte le alternative siano state esplorate. Se è stata eseguita anche la consulenza neurologica, immagino siano state considerate le possibili (rare) malattie della placca neuromuscolare che comportano anche debolezza.

Dunque l'ipotesi del Collega Neurologo sembrerebbe la più probabile (sebbene il termine "esaurimento nervoso" non abbia il minimo significato e si tratti probabilmente invece di una sindrome depressiva). Non tutte le depressioni si esprimono con un abbassamento del tono dell'umore, anzi, queste sono la minoranza di quelle lievi e moderate. La maggior parte di esse si esprime con astenia e disturbi del sonno.

Infine, non mi è chiaro il motivo per cui Lei sia restio ad accettare la diagnosi di depressione. Non è diversa da quella di bronchite, micosi dell'unghia del piede o rottura del menisco.

Saluti.