Utente 117XXX
Buonasera egregi dottori, mio padre ha riscontrato disturbi respiratori esattamente due settimane fa. Immediatamente ci siamo recati al pronto soccorso ed è stato sottoposto a "enzimi cardiaci" (così ho sentito!) che hanno scongiurato un problema al cuore, e una radiografia polmonare che ha rilevato una formazione nodulare. Quest'ultima, a detta dei medici, potrebbe essere stata determinata da uno stato influenzale non curato.
Oggi abbiamo ritirato gli esiti del TC TORACE che ha effettuato questa mattina, riporto testualmente:

"Esame eseguito in apparecchiatura volumetrica a singolo strato, nelle sole condizioni di base per broncopatia di n.d.d..
Al segmento laterale del lobo medio, si apprezza millimetrica formazione nodulare (diametro: 3 mm), non caratterizzabile date le esigue dimensioni; altra millimetrica formazione nodulare con analoghe caratteristiche, si rileva al segmento basale posteriore del lobo inferiore destro, adeso alla pleuro costale.
Stria fibro-disventilatoria al segmento basale laterale del lobo polmonare inferiore destro.
Normale aspetto del restante parenchima polmonare.
Calcificazioni dell'aorta toracica e delle coronarie.
Presenza di linfonodo del diametro di 1 cm nella loggia del Barety.
Non evidente versamento plauro-pericardico.
R.A.: in sede surrenalica destra si apprezza formazione nodulare (DT max: 3 cm) a densità sovraliquida."

Dobbiamo preoccuparci? E' qualcosa di grave? Poteti elargirci vostri pareri/consigli in merito?

P.S. Per quanto attiene al surrene, 3 anni fa mio padre si ricoverò in un centro nel padovano e dopo numerosi esami i medici decisero di non operarlo ma tenere sotto controllo la massa.

Grazie anticipatamente, cordialità.
[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
le lesioni millimetriche del polmone vanno monitorate nel tempo e se tendono ad aumentare di volume è necessario consultare un chirurgo toracico. Al momento nulla di preoccupante; anche per la lesione surrenalica nulla di preoccupante se non funzionante e di dimensioni invariate.