Utente 482XXX
Gentile Dottore,
Lo scorso ottobre Ho 23 anni e lo scorso marzo ho effettuato il primo pap-test che ha evidenziato un risulto anomalo di tipo ASCUS. Il secondo pap-test effettuato a luglio 2007 ha evidenziato un LSIL. La successiva biopsia a settembre 2007 ha invece determinato la presenza di HLSIL, CIN2 e CIN3, dovute alla presenza di HPV 16. Ad ottobre mi è stata effettuata la cauterizzazione su cervice, la cauterizzazione e sono in attesa di conoscere gli esiti dell'esame istologico su il tessuto e su un previelo effettuato durante l'intervento del collo dell'utero. Attualmente sono sotto cura presso un ginecologo specializzato, che mi ha indicato la terapia da seguire. Preciso che dall'esito degli esami risulta negativa la presenza di altre MTS, HIV compreso. Per quanto riguarda l'HPV anche il mio ragazzo è infetto, con alcune probabilità che il virus sia stato contratto in una sua precedente relazione. Veniamo al dunque.. circa un mese fa è comparsa sull'interno della sua bocca un piccola escrescenza (a ds vicino i molari), una macchia biancastra (sempre sulla ds a vicino al margine della bocca interno)che si sta allargando ed infine sotto il labbro superiore delle macchioline biancastre. Inizialmente abbiamo pensato avesse contratto l'HPV, ma il suo medico di base ci tranquilizzò dicendo che si trattava di semplici visciche. Non abbiamo dunque preso particolari accortezze, abbiamo continuato a scambiarci baci e sporadicamente ad effettuare sesso orale. Vedendo che la cura non dava però alcun risultato, il mio ragazzo si è recato nuovamente da un medico (era quello sostitutivo)e a suo parere si tratta di infezione da HPV. In attesa degli esiti del tampone uretrale che gli verrà praticato, per la bocca gli sono stati consigliati esami del sangue (per MTS), sciroppo vitaminico, e risciacqui con il propoli. Ho contrallato allora la mia bocca.. anche io presento piccoli condilomi sotto la lingua, qualche vescichetta nel palato sotto la lingua, e piccole sporgenze in corrispondenza del labbro inferiore interno.
Non so che fare.. a chi mi devo rivolgere? ad un dermatolo? quali sono le procedure e le cure del caso? dovrò subire un intervento (una specie di corrispondente intervento di cauterizzazione ma per la bocca)?. Sono spaventata.. le poche informazioni trovate mi indicano che è un cofattore anche del cancro orifaringeo. Che cosa devo fare? La ringrazio fin da ora per la Sua attenzione e per una Sua risposta.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

anzitutto non corriamo con le diagnosi, nè con le ansie infondate: non ce n'è proprio bisogno.

secondo, semplicemente dovrà rivolgersi allo Specialista Venereologo, che è il Medico esperto di Malattie Sessualmente Trasmissibili e di patologie della cute e della mucosa anche genitale (oltre che orale).

effettui la visita con fiducia e se vorrà ci tenga informati.

Cari saluti.
Dott. Luigi LAINO
Specialista Venereologo
Malattie Sessualmente Trasmissibili, ROMA
[#2] dopo  
Dr. Cataldo Palomba
44% attività
12% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile Paziente,il fatto che Lei abbia già dichiarato la positività al virus HPV ed in particolare il 16,mi lascia pensare che le lesioni presenti siano i condilomi acuminati,che si presentano di solito come piccole escrescenze a base larga con superficie liscia ed appuntite,bianco-rosate, di solito multiple ma tendono a confluire.Sono tipiche della mucosa genitale ma compaiono in cavità orale in seguito a rapporti sessuali orogenitali appunto, ed il tempo di incubazione dopo il rapporto può essere di 3-4 mesi.Queste lesioni contengono il virus. Il trattamento è chirurgico: con il laser è assolutamente poco traumatico;purtroppo possono essere recidianti.
Dal suo racconto il quadro è abbastanza chiaro,ovviamente è necessaria un'attenta visita dermatologica.
Saluti
[#3] dopo  
Utente 482XXX

Iscritto dal 2007
Vi ringrazio per le vs risposte.
Il mio ginecologo ha dato un'occhiata alla mia bocca.. a Suo parere si tratta di sospetta papillomatosi sul cavo orale. Purtroppo è la prima volta che ne vede una su un individuo adulto. Mi ha consigliato una visita Maxillofacciale. Ho avuto un primo consulto da un primario del reparto dell'ospedale locale, ma a ns parere la visita è stata un pò frettolosa.. il medico ci ha fissato un appuntamento per bruciare con il laser i condilomi e ho richiesto personalmente l'esame istologico. In realtà non ci sono state fornite risposte chiare, quindi abbiamo fissato un ulteriore consulto (fra un mese) presso un ospedale più grande. Al telefono ci hanno indicato che se effettivamente la diagnosi del ginecolo è confermata eventualmente ci indirizzeranno al centro malattie sessuali infettive. Certo è che queste escrescienza devono essere tolte.
Ad oggi mentre l'escrescenza sul labbro inferiore è sparita, i condilomi sotto la lingua sono aumentati in numero. Il mio ragazzo sembra migliorare (abbiamo messo di avere rapporti e contatti). A parere del mio ginecologo attraverso un periodo di debolezza immunitaria.
Un ulteriore richiesta... esiste qualche precauzione da prendere per evitare di contagiare ad es i miei familiari (es asciugamani o non bere dallo stesso bicchiere) o si trasmette solo attraverso il contatto tra mucose? Inoltre so che potrebbe farvi sorridere.. posso baciare il mio ragazzo o è meglio evitare qualsiasi contatto? so che occorrono esami e prove certe prima di fare supposizioni, ma nel caso è meglio essere prudenti!
Colgo l'occasione per chiedervi: c'è un modo (ad ecc. della visita dermatologica al pene per vedere la presenza o meno di condilomi) per diagnosticare se un uomo presenta HPV? diciamo una specie di pap test al maschile?? Il tampone uretrale specifico è valido?
Vi ringrazio per l'aiuto.
[#4] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
No. il metodo più d'elezione equello più corretto è la visita venereologica.

cari saluti
DOtt. LAINO, Roma