Utente 163XXX
Buongiorno, ho ritirato oggi il referto dell'ecografia dell'addome di mio figlio (20 mesi):
Reni di dimensioni nei limiti a spessore parenchimale conservato, senza segni di idronefrosi, bilateralmente. Ampia area di disomogeneità della ecostruttura parenchimale a carattere edemigeno al III superiore del parenchima renale Dx del diam. di 17 mm (esiti di infiltrato flogistico). Vescica a minima e non adeguata replezione senza identificabili alterazioni parietali e/o litiasi.
In data giugno 2010 l'urinocoltura era negativa (fatta per un pò di febbre strana..)
In data 04/11/2010 l'urinocoltura (x odore terribile delle urine e febbre) aveva dato risultato di sviluppo di Proteus Mirabilis, curato con antibiotico. Data la permanenza di febbre alta è stato ricoverato in ospedale e gli è stato somministrato Unasyn (sfebbrato dopo 24 ore) ma secondo loro per una faringite.... le urine erano normali ma non gli è stata fatta nè eco nè urinocultura.
Sono molto preoccupata e nel frattempo che lo visiti un nefrologo (gli appuntamenti sono sempre moolto lunghi) avrei cortesemente bisogno di un parere medico.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
20% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
da quel che viene descritto alla ecografia sembra che il bimbo abbia avuto una infezione renale (anche se non è possibile stabilire l'epoca in cui sia avvenuta) attualmente in fase di guarigione; il consiglio che ne deriva è quello di seguire scrupolosamente le indicazioni del suo pediatra che potendo meglio valutare il quadro clinico strumentale potrà suggerirle la urgenza o meno di ulteriori visite specialistiche. E' ovviamente una situazione che va seguita nel tempo anche con controlli ecografici sino alla risoluzione e/o stabilizzazione definitiva del quadro clinico-strumentale.
[#2] dopo  
Utente 163XXX

Iscritto dal 2010
Buonasera e grazie innanzitutto per la sollecita risposta. Martedì avrò la visita della pediatra, che nel frattempo ha ricevuto le ecografie tramite e-mail.
Mi ha parzialmente rassicurata visto che (consultatasi anche con un pediatra nefrologo che conosce) secondo lei è presente qualche errore diagnostico nell'ecografia e la situazione sembrerebbe meno grave..
Ad ogni modo mi sembra di aver capito dalla sua risposta, dott.Scalese, che in caso potrebbe esserci una reversibilità anche parziale della situazione se la diagnosi dell'ecografo fosse giusta? Le conseguenze dal punto di vista funzionale per mio figlio quali potrebbero essere? Mi è stato detto che potrebbe risentirne da adulto....
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
20% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Gentile utente,
purtroppo non è possibile fare una previsione precisa sulla evoluzione del quadro ecografico e sugli esiti, che si possono avere solo dal monitoraggio ecografico nel tempo, in linea di massima comunque i bambini recuperano abbastanza bene e con minimi esiti, ma questo è opportuno che glielo confermi il pediatra nefrologo che effettivamente potrà esprimere un giudizio più preciso osservando la ecografia.









.
[#4] dopo  
Utente 163XXX

Iscritto dal 2010
Buongiorno,
abbiamo fatto visitare mio figlio da un nefrologo pediatrico, ripetuta con attenzione l'ecografia ci ha comunicato che gli "esiti di infiltrato flogistico" erano degli artefatti dell'ecografia, in realtà con una simile diagnosi di edema dovrebbe aver avuto un'infezione in atto..... cosa che non aveva assolutamente
che dire?
Non si è esposto nei confronti del collega ma per fortuna abbiamo evitato esami ancora più invasivi su un bambino di nemmeno due anni.......
In caso di bisogno ci rivolgeremo a un altro ecografista di sicuro, per fortuna era un falso allarme! Grazie di tutto
[#5] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
20% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prego!
Era l'ipotesi migliore che ci si potesse aspettare.