Utente 194XXX
Buongiorno,
volevo avere una informazione riguardo ciò che mi è accaduto dopo aver fatto un semplice prelievo in ospedale ,praticamente appena effettuato il prelievo l'infermiera mentre mi sfilava l'ago lo ha inclinato eccessivamente facendomi sentire un fortissimo dolore , e dopo alcuni secondi mi è apparso un gonfiore simile ad una noce nel punto di uscita dell'ago , e dopo circa mezzora si è ridimensionato per poi sparire , ma il problema sembrava essersi risolto fino a quando un mese dopo ho dovuto effettuare un'altro prelievo e purtroppo sempre nello stesso punto e non mi è mai capitato di avvertire un fortissimo bruciore come se mi avessero messo del peperoncino che mi è durato per quasi tutta la giornata.
Attualmente a quasi tre mesi di distanza dal primo prelievo , se mi dò dei piccoli colpetti sulla vena mi sento per circa metà avambraccio lungo la vena incriminata una senzazione di bruciore tipo contatto con ortica.
Quello che vorrei sapere è che cosa mi è successo alla mia vena , anche perche per mia sfortuna di prelievi ne ho fatti molti fin da piccolo ma una cosa del genere non mi era mai accaduta, grazie mille.
[#1] dopo  
Dr. Simone Carulli
24% attività
4% attualità
8% socialità
TREVIGLIO (BG)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Non si preoccupi eccessivamente per quello che le è successo, sono normali risposte ai traumatismi causati dagli aghi a livello delle vasi.
Normalmente questi processi tendono a scomparire spontaneamente ed a risolversi nel giro di qualche mese.
[#2] dopo  
Utente 194XXX

Iscritto dal 2011
Grazie gentilissimo.