Utente 206XXX
Un saluto a tutti i gentili dottori che aiutano noi utenti su questo sito!

Io sono una ragazza di 21 anni e da qualche tempo ho disturbi d'ansia. Ho una domanda che mi sta facendo impazzire ed influisce sulla mia salute sessuale: Dopo aver raggiunto l'orgasmo (oppure durante) mi capita di avvertire un intensa accelerazione del cuore. Devo preoccuparmi? Potrei avere un infarto? Preciso che durante il giorno non sento un anomalia dei battiti.

Sono abbastanza paranoica e mi faccio prendere subito dal panico e quindi evito di vivere serenamente la mia sessualità. Anche prima il mio cuore accelerava durante il rapporto, ma adesso che sono più ansiosa se me ne rendo conto vado subito in panico. Cosa mi consigliate?

Un saluto

p.s: Sono già in cura presso un bravo psichiatra, e prendo attualmente mezza compressa di daparax e l'atenololo. Purtroppo mi vergogno a parlare di questo argomento faccia a faccia (anche con la mia dottoressa di base), per questo mi sono rivolta a voi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
L'aumento della frequenza cardiaca in occasioni di eventi emotivamente o fisicamente coinvolgenti è fenomeno assolutamente normale e non deve destare alcuna preoccupazione. Anzi, tale fenomeno è sintomo di normale reattività cardiaca agli stimoli e può essere quindi considerato un segno di buona salute del cuore.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 206XXX

Iscritto dal 2011
Carissimo Dr. Fabio Fedi,

La ringrazio per la sua risposta. Mi sento rassicurata dalle sue parole. Mi permetta tuttavia di farle un'altra domanda:

Se dopo (o durante) l'orgasmo le pulsazioni aumentano, [automaticamente mi spavento] mi consiglia di assumere qualcosa?

Io assumo già l'atenololo, sarebbe meglio prendere la mezza compressa prima di un rapporto o non cambia nulla?

Cordiali Saluti
[#3] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
La risoluzione del problema non sta nell'inibizione farmacologica del riflesso (tachicardia), ma nel raggiungimento della consapevolezza che, come Le ho già detto, tale riflesso in determinate occasioni è del tutto normale, e che quindi non c'è nulla di cui spaventarsi!
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 206XXX

Iscritto dal 2011
Lei è stato davvero molto gentile, la ringrazio molto.

Saluti