Utente 207XXX
Gentili dottori;
durante un rapporto sessuale con la mia partner, per ottenere un erezione migliore ho, ingenuamente, tenuto premuto con le mani la zona tra i testicoli e l'ano, credendo che questo potesse in qualche modo influire sulla qualità dell'erezione; dopo poco ho sentito una sensazione come di "estroflessione" dell organo, una sorta di strappo; tuttavia non ho avvertito nessun dolore. alla fine del rapporto nei giorni seguenti ho notato che avevo perso in parte il controllo sull'organo e nel contrarre il muscolo della minzione ho notato che non riuscivo a svolgere interamente il movimento (prima il pene compiva un movimento fino a raggiungere una posizione semi-verticale, ora non più). preoccupandomi sono andato dal medico di base il quale mi ha visitato e mi ha dato Fortilase in compresse da prendere 2 volte al giorno, effettuato il ciclo di Fortilase non ho notato miglioramenti, e ho deciso di andare da uno specialista il quale dopo una visita mi ha detto di non preoccuparmi che possono succedere strappi e di non preoccuparmi che sarebbe passato da se, (in tutto questo era allora trascorso un mese), io non convinto ho deciso di fare una ecografia, per vedere se ci fossero infiammazioni di sorta ma non sono risultate, mentre invece è risultato un varicocele di II grado ad entrambi i testicoli; quindi ho portato l'ecografia allo specialista, il quale mi ha sconsigliato di operarmi ( a sua detta il II grado di varicocele è risibile) e mi ha assolutamente detto che il mio problema e il varicocele non erano in nessun modo collegati: ora io non ho avuto miglioramenti di sorta, e la perdita di controllo sull'organo inficia anche la durata delle mie prestazioni sessuali in quanto non riesco a "trattenermi" come prima ed in generale eiaculo prima, e sempre con una senzazione di leggero bruciore,nel frattempo (poichè i vari medici da cui sono andato mi hanno detto di aspettare) sono passati 3 mesi, e io siccome sono stanco di questa situazione mi sono rivolto a un 3° medico, il quale mi ha prescritto uno spermiogramma, che andrò a fare lunedì.Quello che vorrei sapere è se c'è la possibilità che io abbia rotto/danneggiato qualcosa con il mio scellerato gesto, visto che dall'ecografia non è risultato nulla, e vorrei in generale un parere sui miei sintomi e su possibili terapie da effettuare, grazie della vostra sicura disponibilità cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
se il collega ha detto nulla, che la ha visitata dal vivo, di qua nulla è. Chieda al collega che non sia fenomeno psicogeno.
[#2] dopo  
Utente 207XXX

Iscritto dal 2011
quello che mi chiedo è:può essere possibile che questo "nulla" perduri da tre mesi? che tipo di decorso hanno queste cose? quanto lungo? nessuno specialista mi ha detto nulla in merito al decorso e la mia paura è che sottovalutando o non facendo analisi più approfondite si rischi di far acuire un problema,tuttavia non credo che possa essere dovuto a qualcosa di mentale, perchè io so il momento esatto in cui questo fenomeno è apparso in quanto ho sentito uno strappo a livello dell'organo, cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Se il collega ha detto che non vi sono guai fisici, mi devo attenere a quanto detto dal collega stesso, che non la sto visitando. una sensazione di starppo senza ematoma il più delle volte è innocente. per cui posso pensare a qualche cosa di mentale.