Utente 131XXX
ho mio figlio di 17 anni che probabilmente è stato contagiato dal virus della mononucleosi da 7/8 giorni i valori del sangue hanno dato dei risultati di:bilirubina tot 3,90 mg/dl emocromo con globuli rossi 3.980.000 bianchi 8.600 emoglobina 13 gr/dl ematocrito 33,8%nella formula leucocitaria neutrofili 21% eosinofili 2% basofili 0% monociti 2% linfociti 75% le piastrine 131.000mmc citomegalovirus igc 23,9 u.a./ml citomegalovirus igm 0.26 anti virus epstein barr igc 10,7 anti virus epstein barr igm 57,7 ur/ml ha febbre che arriva a 38,3/38,5 gli diamo quando sale la febbre dell'efferalgan da 500 lamenta un leggero indolenzimento lato milza a volte la mattina si alza con le labbra chiare e ultimamente ha mal di gola con leggero rigonfiamento alla gola il medico gli ha consigliato di prendere della amocillina e acido clavulanico mentre un'altro amico medico ha consigliato di non prendere niente restare a riposo prendendo solamente un antipiretico in caso di febbre vi chiedo allora gli antibiotici in questo caso fanno bene o peggiorano la situazione?ci sono ulteriori terapie da fare nel caso di questo virus?secondo voi è sicura la diagnosi di mononucleosi? e se si come mai sul test a.v.e.b.ha 2 valori diversi?grazie per le v/s risposte
[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
8% attualità
20% socialità
VALENZA (AL)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2005
Scusi, ma di quali valori diversi parla?
Vanno guardate le IgM anti EBV, che sono alte, ergo, mononucleosi.
La terapia antibiotica va data come copertura, ma sull'uso dei farmaci ci sono sempre varie scuole di pensiero.
Si affidi al suo MMG che, anche se in possesso di una cultura medica media, dovrebbe essere in grado di gestire la cosa.

saluti