Utente 208XXX
Salve Dr. Tagliamonte il mio consulto è il seguente: da alcuni esami ecocardiografici è emersa una morfologia della valvola mitralica che gli operatori hanno diversamente considerato. Qualcuno ha parlato di lieve prolasso, un altro di billowings dei lembi perchè leggermente lunghi e l' ultimo ha ritenuto la valvola ai limiti della norma considerando la stessa una variante della norma. Tutti hanno escluso insufficienza e all' ascultazione nessun soffio o click mesosistolico. Ho capito che la differenza non comporterebbe alcunchè, però mi pare che il prolasso sia comunque una patologia anche se benigna del cuore e che non limita in queste condizioni l' attività sportiva anche agonistica. Però vorrei sapere se esiste un approfondimento clinico o strumentale capace di sciogliere questo mio dubbio. Ho letto tanto in merito e ho capito che l' esperienza dell' operatore è fondamentale. Chiedo se un esame o l' utilizzo della sonda in condizioni diverse, magari con più manovre, possa dare una risposta certa, univoca. Sarei più tranquillo. Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Guardi , la differenza travatteggiamento prolassante di uno od entrambi i lembi mitralici ed il prolasso vero e proprio è fondamentale, perché nel secondo caso è quasi indispensabile, nel futuro, un intervento di correzione chirurgica, solitamente si tratta di persone particolarmente alte e magre, cosiddette " marfanoidi.
Quindi le consiglio di sottoporsi ad ecografie presso un valido ecocardiografista.
Cordialità
Cecchini
www.cecchinicuore.org