Utente 961XXX
Egregi Dottori,

Riporto di seguito il link al consulto da me richiesto ormai più di 2 anni fa: http://www.medicitalia.it/consulti/Andrologia/62500/Calo-libido-stress-ormonale-dosaggio-andrologo. In sintesi, a seguito dei dovuti accertamenti mi fu diagnosticata una DE da insufficienza arteriosa, trattata con successo mediante assunzione di Cialis al bisogno (compressa da 20 mg divisa in 3 parti).

Ciò premesso, vengo al "problema" attuale. Da circa 3 mesi ho, senza farmaco, erezioni potenti, durature e a volte anche spontanee (nel senso di non innescate da un evidente stimolo di qualche tipo, queste ultime hanno inizio ma non progrediscono fino a piena tumescenza a meno che non vi sia tale volontà da parte mia). Insomma, una risposta erettile molto simile a quella che avevo in corrispondenza dell'assunzione di Cialis.

Mi sembra di essere tornato sedicenne, ma invece di esserne felice sono piuttosto preoccupato: da cosa potrebbe dipendere un simile fenomeno in un uomo della mia età e con la mia anamnesi? Esistono patologie organiche (per esempio neurologiche) che paradossalmente migliorano la funzione sessuale? Preciso che queste "super-erezioni" hanno durata ottimale e non sono dolorose.

Vi ringrazio per l'attenzione che mi vorrete dedicare.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

alla sua età (37 anni se esattamente riferite) è normale avere buone erezioni, anche senza prendere il farmaco da lei citato.

Comunque ora il nostro consiglio è quello di sentire in diretta, per avere informazioni più mirate, anche un esperto andrologo; non si faccia da solo diagnosi "difficili".

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 961XXX

Iscritto dal 2009
Grazie Dottore per la rapida riposta.
In effetti farmi un'autodiagnosi non è nelle mie intenzioni; desidererei invece avere una vostra opinione circa la necessità di... cercare una diagnosi per quanto riferito. E' opportuno un rapido approfondimento o più semplicemente posso "godermi la situazione" senza troppe ansie?
Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

non si crei ansie inutili, si rilassi ma non abbandoni il suo andrologo e, se presente, a lui chieda un consiglio finale.

Un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Utente 961XXX

Iscritto dal 2009
Caro Dottore,
Ho seguito il suo consiglio e prenotato una visita andrologica. Purtroppo dovrò attendere una decina di giorni e proprio stamattina mi sono svegliato con un nuovo sintomo: prepuzio infiammato e gonfio (ma non dolente).
Le chiedo dunque:
1) la cosa può essere correlata con quanto riferito nei messaggi precedenti?
2) posso attendere questi 10 giorni per la visita andrologica o devo recarmi al pronto soccorso? Nel primo caso, posso prendere qualche provvedimento da solo (esempio ghiaccio, anti-infiammatori, etc)?
Grazie ancora
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

nessuna correlazione significativa tra i vari problemi da lei indicati può, da questa postazione, essere fatta.

Ora non si pasticci e senta in primis, senza perdere altro tempo prezioso, il suo medico di fiducia.

Sarà lui che, valutata la sua particolare situazione anatomica, poi le indicherà eventualmente la strada verso un pronto soccorso.

Un cordiale saluto.