Utente 182XXX
Salve,
sono una ragazza di 22 anni.Fino a qualche anno fa ,potevo dirmi fiera di avere un viso pulito e privo di impurità. Poi la situazione è cambiata.In corrispondenza con il periodo del ciclo,capitava che venisse fuori un brufolo,o due al massimo.Adesso indipendentemente dal ciclo,le guance(ma non la fronte,stranamente) sono piene di brufoletti. Mi sono recata da un dermatologo,il quale dopo una veloce visita,ha dedotto che si trattasse di acne di origine nervosa,mi ha così prescritto una cura da fare per un mese .La cura consiste in :una compressa di Minocin al giorno,l'applicazione di una crema lenitiva da lui consigliatami,l'applicazione del gel Zindaclin due volte al giorno,una fiala contenente vitamina B ,e un prodotto specifico per la pulizia del viso. Ho iniziato la cura,e in vista dell'estate il medico mi ha informata del fatto che non avrebbe portato a grandi risultati e che poi avremmo potenziato la cura a Settembre .Io ho inizato la cura una ventina di giorni fa,ma ho dovuto sospenderla. Ho accusato disturbi quali:senso di nausea,giramenti di testa,sonnolenza la sera e insonnia la notte,ansia. Insomma,qualcosa non deve avermi fatto bene,o sono io ad esserne convinta?Ho già prenotato una visita con un nuovo dermatologo per un confronto.Nell'attesa mii chiedevo se qualcuno di voi fosse in grado di dirmi se ho fatto male a sospendere la cura,anche perché ho notato che i brufoli da quando l'ho interrotta sono ritornati alla carica e sempre più rossi e visibili.Non so più cosa fare.Prima della cura usavo una crema a base di zolfo,e ho notato risultati migliori con quella che con la cura iniziata.Grazie in anticipo per le eventuali risposte.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Silvia Suetti
36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
E' sempre corretto proseguire le terapie prescritte fino a nuovo controllo: utile a mio avviso farsi controllare dallo stesso dermatologo.

Carissimi saluti