Utente 195XXX
ho avuto, da settembre dell'anno scorso, vari problemi andrologici: prostatite, infezione manifestatasi in seguito a tampone uretrale. problemi andrologici che si sono accompagnati a problemi di natura proctologica (piccolo rettocele, colon irritabile). col tempo, a furia di visite e analisi e successive terapie, la situazione è migliorata, il mio ultimo spermigramma rileva solo una lieve astenozoospermia che sto curando. ma di una cosa non riesco ancora a venire a capo: al momento dell'eccitazione nella zona proprio anale, diciamo all'interno del retto, è come se mi si dilatasse un qualcosa e una vena pulsasse di più. questo mi provoca non dolore ma un certo fastidio al momento dell'eiaculazione. il mio andrologo mi ha detto che dipende dal fatto che le mie vescicole seminali sono dilatate e che devo aumentare il numero dei rapporti che non devono essere lunghi e inoltre non devo ritardare l'eiaculazione. ho seguito i suoi consigli ma niente: tutto come prima. la cosa del resto è più fastidiosa nei momenti in cui vado più spesso in bagno per la defecazione.
da cosa dipende? da un'infiammazione alla prostata che si è cronicizzata o dalle vescicole seminali?che esami dovrei fare?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
gentile utente prima di tutto le vescicole seminali congeste vanno valutate tramite un ecografia prostatica, la quale può aiutare anche a verificare se ci sono segni di infiammazione prostatica
[#2] dopo  
Utente 195XXX

Iscritto dal 2011
provvederò a comiere l'esame in questione chiedendo anche al mio andrologo. ciò che avverto è una sensazione di bruciore e di fastidio al momento dell'eiaculazione e inoltre se i rapporti sono frequenti il volume dell'eiacultao si riduce visibilmente. se le vescicole seminali fossere congeste, quale sarebbe il rimedio?
grazie per la risposta
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
in genere è cmq una terapia antiinfiammatoris