Utente 845XXX
Sono un ragazzo di 30 anni,soffro di pielonefrite cronica(lieve insuff.renale -creatinina 1,32- per rene sx ipoplasico da reflusso uretrovescicale per megauretere corretto con pieloplastica nell'infanzia),omozigosi mthfr con tendenza all'iperomocisteinemia(curata a cicli per evitare tendenze trombotiche),e allergie aeree(pollini e polveri,che da semplice oculorinite,che non curavo in quanto in grado di resistervi,ora sembrano essere tendenti a reazioni anafilattiche.Da esami strumentali svolti di recente è risultato:2 cisti aracnoidee asintomatiche all'EEG nel 2009(è sufficiente per valutarle?),deviazione assiale destra e bbdx incompleto all'ECG,ispessimento del pericardio simile infiammazione pregressa e "trascurabili insufficienze di mitrale e tricuspide" all'ECOCARDIO,lieve steatosi epatica senza lesioni focali(con transaminasi un pò alte:AST 46 ALT 64 benchè da parecchio non assumo farmaci e sono da sempre a ferrea dieta normoproteica e sana),splenomegalia moderata senza lesioni(milza 125mm,fatti 2 controlli precedenti nell'anno e steatosi assente prima,milza progressivamente è sempre più grossa)all'ECOADDOME.Ho avuto pareri psichiatrici(che non reputano la mia condizione psicologica tale da causare eventi simili ma hanno suggerito eventuale cura con SSRI,data la mia ipersensibilità alle benzodiazepine a seguito di reazioni negative dopo utilizzo di diazepam come anestetico per precedente intervento).Il rialzo delle transaminasi è avvenuto dopo un ciclo di cura con benexol e prefolic(che ha però curato la mia iperomocisteinemia),nel quale ho avuto anche una brutta influenza la quale ha reso necessario l'uso di paracetamolo(febbre oltre 40,quindi crp da 1gr 1/2 al dì per 7gg con profilassi antibiotica con amoxicillina):sono trascorsi diversi mesi e ho seguito una dieta ferrea,ma da AST 52 ALT 99 sono prima scese a AST 40 ALT 42 per poi risalire senza apparente ragione a AST 46 ALT 64 di recente,e mi è stata fatta presente la lieve steatosi:può essere dovuto ai farmaci?Ora,peraltro,mi trovo a fronteggiare una situazione che mi mette spesso in pericolo con forti debilitazioni soprattutto respiratorie e spasmi,secondo il curante dovute all'allergia di questo periodo,e dovrei assumere un ciclo di bentelan(1/2 cpr da 0,5mg al dì per 4-5gg,dato il tentativo pressochè inefficace effettuato di recente con la cetirizina,ma dopo la prima assunzione mi è sembrato di avere sintomi simil-influenzali(calore,brividi,astenia,cefalea):può essere anche il bentelean inadatto?Mi è stato suggerito in alternativa il dirahist,avrà effetti migliori?Ed infine,un'informazione sul citalopram:in passato,mi era stato consigliato per eliminare eventuali componenti nervose,ma ha questo farmaco(come indicatomi)anche con un effetto antistaminico?Questi farmaci e il dosaggio,sono compatibili con le mie patologie?Rimango in attesa e ringrazio.
[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
20% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
gentile utente
ifarmaci e le posologie sono compatibili con il suo stato clinico
[#2] dopo  
Utente 845XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio.
[#3] dopo  
Utente 845XXX

Iscritto dal 2008
Mi scusi,il citalopram ha anche effetto antistaminico?
[#4] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
20% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
molto limitato e non da intendersi come "antiallergico"
[#5] dopo  
Utente 845XXX

Iscritto dal 2008
Come pensavo. La ringrazio molto