Utente 211XXX
forti mal di testa non passa con i medicinali bocca secca dolori a gambe e braccia mal di stomaco debolezza psico fisico appannamento della vista praticamente mi sono rivolta al mio medico curante come risposta sei esaurita nessun controllo da chi mi posso rivolgere?aiutatemi grazie
[#1] dopo  
172248

Cancellato nel 2011
Gent.ma Utente

(dalla Sua scheda Lei risulterebbe di genere maschile),

Per quale motivo secondo Lei avrebbero necessariamente dovuto essere eseguiti approfondimenti al di là dell'esame clinico? Quali pensa che avrebbero dovuto essere? E perché? In base a quali parametri esattamente Lei, come sembra di intuire, reputa la valutazione diagnostica del Suo Medico errata e/o insufficiente?
[#2] dopo  
211088

dal 2011
un mio sbaglio sono donna.il mio problemino e iniziato 2 mesi fà alzandomi dal letto sono ricaduta sul letto non ricordo nulla di più sono rimasta a letto fino alle 13 perchè quando cercavo di sedermi al letto la testa non reggeva io non dico che non può essere lo stress ma il mio medico di base dovrebbe mandarmi da un psichiatra per valutare il mio problema. il mio medico di base non mi ha fatto tanto parlare non si può capire dal mal di testa che una persona è esaurita me lo dice solo perchè sono vedova dal 2004.meglio prevenire che curare dite voi medici.la valutazione del mio medico e insufficente.mi dispiace Dr.Benci non scrivo bene spero che a capito di quello che o scritto sono ingnorante questo lo so da sola grazie.
[#3] dopo  
211088

dal 2011
dimendicavo il dolore alla testa e 24 su 24 pero durante il giorno non tutti i giorni mi succede la stessa cosa che o scritto prima che la testa non regge con forti dolori. grazie Dr.Benci
[#4] dopo  
172248

Cancellato nel 2011
Gent.ma Utente,

ci sono alcuni punti che varrebbe la pena di chiarire:

1) Parlare di "esaurimento" non ha alcun significato. Il Suo medico può, forse, aver fatto diagnosi di cefalea tensiva o di altre forme che risentono dello stress. Sembra forse azzardato farlo senza procedere prima ad un esame neurologico (che qualsiasi Medico che sappia fare il proprio lavoro è in grado di fare e non solo uno Specialista in Neurologia).

2) Una buona parte della diagnosi di natura delle cefalee, contrariamente a quanto Lei sembra sostenere, è possibile anche solo dalla raccolta dell'anamnesi (o, come scrive Lei "solo parlare"). In realtà la raccolta dell'anamnesi, nelle cefalee, è la parte più importante e in questo temo che la Sua opinione sia errata. Ad ogni modo, Lei scrive che il Collega non l'avrebbe neanche fatta parlare.

3) Non sempre sono necessarie al buon Medico di Medicina Generale delle consulenze specialistiche. Dipende dalla sua esperienza e preparazione. Lo stesso è vero per gli approfondimenti diagnostici che, comunque, devono essere decisi dal Medico e non dal Paziente che, per definizione, non ne ha gli elementi. Sarebbe imprudente per un Ingegnere, costrure un palazzo basandosi sulle istruzioni degli inquilini. Io non mando quasi mai i miei Pazienti da Specialisti perché, solitamente, sono in grado di gestire la maggior parte deri loro problemi in prima persona, anche se, naturalmente, non è auspicabile generalizzare. La mia abitudine personale è quella di dire ai Pazienti "Non dirmi mai quello che IO debba fare: dimmi qual è il tuo problema e io ti dirò cosa si può fare per risolverlo".

Non entro nel merito delle valutazioni diagnostiche del Collega perché devo sempre e comunque, partire dal presupposto che sia la persona che La conosce meglio e la cui opinione deve, quindi, essere la prima ad essere tenuta in considerazione.

Resta da chiedersi perché, se non ha fiducia nel Suo Medico di Medicina Generale, non ne cerchi uno di cui abbia fiducia anziché rivolgersi a un forum online che, per definizione, può solo fornire informazioni e non certo diagnosi o terapie.
[#5] dopo  
172248

Cancellato nel 2011
Gent.ma Utente,

a questo punto, alcune domande.

- Quanto tempo durano le crisi dolorose in genere?
- Iniziano gradualmente o di colpo?
- Come descriverebbe il dolore (trafittivo, pulsante, cerchio...)
- Dove si localizza esattamente e da che parte?
- Ci sono dei momenti in cui le crisi insorgono più facilemente (sera, mattino, a ridosso del ciclo mestruale...)
- Ha mai notato se ci sono alimenti che ne facilitano l'insorgenza?
- Vede mai luci, sente suoni, odori o ha comunque sensazioni particolari prima delle crisi?
- Durante le crisi c'è nausea o vomito o fastidio estremo per la luce?
- Quanto durano le crisi in genere?
- Ci sono dei periodi dell'anno nei quali siano più (o meno) frequenti?
- C'è qualcun altro nella Sua famiglia che ne soffra o ne abbia sofferto?
- Il caldo e il freddo hanno qualche effetto sul dolore?

Come vede, "parlando" ci sono molti elementi orientativamente utili che si possono ricavare.
[#6] dopo  
211088

dal 2011
non posso più scrivere oggi sono stanca a risetirci