Utente 186XXX
Cari dottori allora è da ieri che sento un dolore al coccige diciamo, e mi fa male sia mettendomi seduto che alzandomi in piedi... faccio una vita abbastanza sedentaria e quindi credo sia dovuto a questo, avete dei consigli??? Il voltaren va bene?? Grazie a tutti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
172248

Cancellato nel 2011
Gent.mo Utente,

Se la diagnosi risultante da un esame obiettivo fosse di coccigodinia, si tratterebbe di un problema piuttosto comune e banale. Per operare una diagnosi, però, serve un contatto diretto e qui questo non è possibile.

Se si trattasse di coccigoinia, il Diclofenac è un'opzione possibile, anche se, solitamente, sarebbe più consigliabile una sequenza Paracetamolo - Ibuprofene. La scelta dei dosaggi, inoltre è importante. Ad ogni modo, è sempre fortemente consigliabile evitare i nomi commerciali.

Inoltre, Le ricordo che anche un consiglio terapeutico presuppone una diagnosi ed è considerabile terapia: la formulazione di diagnosi e terapia su Medicitalia è espressamente vietata dalle Linee Guida.
[#2] dopo  
Utente 186XXX

Iscritto dal 2010
Caro dottore parto col dirle che oggi il dolore è aumentato e oggi sono andato a farmi la visita dal dottore di casa e mi ha detto che ho una fistola e che ci sarebbe del pus interno, mi ha fatto la puntura sul sedere e mi ha detto di andare tutti i giorni fino a domenica a farmele, mi ha mandato da un chirurgo che oggi non c'era e lo devo chiamare domattina e vedere qnd è disponibile per vedere se mi devo operare o no, intanto mi è salita la febbre e mi ha detto di prendere la tachipirina e sulla fistole fare dei bagni con acqua e sale... Vorrei sapere delle cose... nel caso mi dovrei operare si usa l'anestesia locale o completa?? mi fa un pò impressione sapere che si dovrà fare localmente ho paura di sentire dolore e poi un'altra domanda, una volta operato va bene mi mettono i punti e poi la devo bendare la ferita?? quindi niente mare e sole
[#3] dopo  
172248

Cancellato nel 2011
Gent.mo Utente,

generalmente dipende da quanto sia grande la cisti e ramificata la fistola. Ad ogni modo, per poter ottenere un'opinione tecnicamente più qualificata, sposterò il consulto nella sezione di CHirurgia Generale.
[#4] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Se c'e' fuoriuscita di pus vuol dire che siamo in presenza di un ascesso; del resto la fistola non e' altro che il tentativo che l'organismo attua per drenare il pus all'esterno. Entrambe queste condizioni sono da considerarsi complicanze del cosiddetto sinus pilonidalis, o cisti sacro-coccigea. Attualmente e' conveniente solo impostare una terapia antibiotica/antinfiammatoria; quando poi la fase acuta sara' risolta si potra' pensare ad intervenire chirurgicamente. Per ulteriori chiarimenti le consiglio di leggere il seguente articolo http://www.medicitalia.it/minforma/chirurgia-generale/118-cisti-fistola-sacro-coccigea-ovvero-sinus-pilonidalis.html
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Utente 186XXX

Iscritto dal 2010
Ora sto facendo le punture di un'antibiotico e devo dire che sto molto meglio, questo significa che però cmq mi devo operare??
[#6] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
In linea di massima si': con la terapia antibiotica puo' curare l'ascesso, ma la patologia che lo ha causato rimarra' tale e quale.
Cordiali saluti