Utente 212XXX
Buongiorno,

ho 21 annni (ho sbagliato nella registrazione) e da quest'anno ho notato ed in seguito fatto diagnosticare il lichen planus sul glande ed in più ho della vitiligo nella pelle sottostante al glande.
La vitiligo ce l 'ha anche mio padre, c'è qualche correlazione?

Invece la malattia immuno infiammatoria mi è sorta dopo alcune settimane del primo rapporto sessuale non protetto che feci e notai che mi feci una piccola ferita sul glande in quanto mi uscì una goccia di sangue. Può essere che abbia contratto qualcosa dalla mia ex partner che abbia fatto scaturire questa patologia oppure è stata solo una coincidenza?
Comunque ho fatto esami del sangue di prassi ed i miei valori sono normali.
Il dermatologo mi aveva consigliato di fare questi esami: -emocromo con farm. -ricerca manters HBV e HCV
-GOT e GPT
-bila tot e parz.
Tutto nella norma.

Quest'inverno ho trattato la patologia applicando dell'adv*ntan 10 giorni si e 10 giorni no per un tot di mesi ciclicamente.
Il lichen non è in fase avanzata e la terapia prescrittami poche settimane fa è costituita da un ciclo di applicazioni: per 2 mesi 10 giorni adv*ntan emulsione cutanea 10 giorni flod*erm una volta al dì. E' condivisibile?

Di sfuggita ho sentito al Tele Giornale che a Genova hanno trovato una cura attraverso l'impiego di cellule staminali, sapreste darmi qualche dettaglio o informazione?

Grazie mille

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
salve,
direi che il suo specialista ha effettuato una terapia da linee guida, per lo meno come scelta della classe di farmaci. Ha effettuato tutti gli esami richieti nel caso, per cui...
Diciamo poi che, a seconda della scuola, dell'esperienza personale e delle nostre convinzioni, non tutti diamo la stessa impronta terapeutica, ma penso che la terapia del suo dermatologo sia condivisibile per i più.
Per quanto riguardoa le staminali, si stainiziando ad usarle, ma nella vitiligine.

saluti
[#2] dopo  
Utente 212XXX

Iscritto dal 2011
Grazie per la risposta, però vorrei avere gentilmente dei chiarimenti su questi concetti:

-La vitiligo ce l 'ha anche mio padre, c'è qualche correlazione?

-Invece la malattia immuno infiammatoria mi è sorta dopo alcune settimane del primo rapporto sessuale non protetto che feci e notai che mi feci una piccola ferita sul glande in quanto mi uscì una goccia di sangue. Può essere che abbia contratto qualcosa dalla mia ex partner che abbia fatto scaturire questa patologia oppure è stata solo una coincidenza?

Grazie nuovamente
[#3] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Allora, la malattia immuno infiammatoria che dice, come tale non è trasmissibile


Saluti
[#4] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Aggiungo che la correlazione con la vitiligine può essere solo teorica inquinato stiamo parlando di disimmunitarismi dermatologici.

Utile riproporre il caso al suo specialista per riaggiornarlo se necessario anche con un piccolo prelievo bioetico, in quanto - dico per esperienza - ho visto tanti casi di lichen sclerosus (iniziale) associati alla vitiligine o lesioni vitiligoidee più che al lichen ruber planus.

Saluti