Utente 196XXX
ho 63 anni nel 2005 sono stato sottoposto a by-pass coronarico e l'anno successivo a turv vescicale ora dopo l'ultima cistoscopia di controllo risultata negativa mi è stata consigliata una tac addome completo con e senza mdc. le scrivo il referto:
non espansi patologici renali cortico-midollari
bilaterali cisti semplicidel diametro max di 20mm a sx
vie escretrici renali non dilatate
non riconoscibili macrovegetazioni aggettanti nel lume vescicale in vescica a pareti un poco ispessite(pregresso K vescicale )
non adenopatie addomino-pelviche
placche calcifiche aorto-iliache
lieve eclasia dell'arteria iliaca di dx all'origine (17mm circa) con piccola formazione trombotica parietale dello spessore max di 6 mm
fegato-pancreas e milza nei limiti
ringrazio dell'attenzione, vorrei sapere se vado incontro ad un aneurisma arterioso
[#1] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile utente,

vista la sua storia clinica il consiglio è quello di tener sotto controllo la sua situazione clinica. una visita specialistica vascolare è indicata. una dilatazione dell'arteria iliaca destra è già presente, per cui verosimilmente dei controlli ecografici seriati dovranno essere eseguiti nel tempo.

dovranno essere comunque controllati tutti i parametri come solo per esempio contenere la pressione arteriosa, controllare gli eventuali problemi metabolici, qualora presenti, che non sono stati riportati.

cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Edoardo Croce
20% attività
0% attualità
12% socialità
CALTAGIRONE (CT)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2003
Considerata la sua età relativamente giovane, i suoi trascorsi clinici e i riscontri dell'esame TAC, direi che lei già soffre di un'arteriopatia sia ostruttiva che dilatativa, attualmente senza indicazioni chirurgiche. E' quindi opportuno che si metta sotto cura di un chirurgo vascolare che le consiglierà sia gli esami da eseguire, sia la cadenza con cui dovrà farlo, sia i comportamenti e gli stili di vita da seguire. Non si deve preoccupare per la sua malattia ma se ne deve occupare.