Utente 118XXX
Gent.mi Dottori

Mio marito ha 60 anni e negli anni 80, dopo degli esami del sangue, ha scoperto di essere portatore sano dell'epatite B. In tutti questi anni, è sempre stato sotto controllo sia con periodici esami del sangue, sia con ecografie.
Dopo qualche tempo, stando agli esami e ai controlli, l'epatite si è negativizzata. I valori delle transaminasi,proteine totali, elettroforesi delle sieroproteine e i marcatori mucinici e peptidici sono da molti anni sempre nella norma e le ecografie sempre tutte uguali.
Questa mattina, dopo 18 mesi, ha fatto la solita ecotomografia epatica e delle vie biliari con esito di:
Rispetto al precedente esame il quadro odierno risulta invariato. Non sicure immagini riferibili a lesioni focali, ma il parenchima epatico si presenta finemente iperecogeno e un pò disomogeneo, con profili non ben omogenei come da epatopatia cronica.

Regolari colecisti, vie biliari, pancreas. Milza un pò ingrandita. reni regolari, il sx con un piccolo calcolo.
Per completamento delle indagini farei anche Fibroscan.

Attualmente infatti sia gli esami ematochimici che virologici sono negativi. Da rivedere con i risultati dell'esame, anche x una eventuale esenzione.

Vi allego anche gli esiti degli ultimi esami del sangue con l'eame emocromocitometrico n, conta differenziale degli elementi nucleati, coagulazione tutti nella norma e delle transaminasi:
P- AST ( transaminasi GOT): 22 ( fino a 37 ) P- ALT ( transaminasi GPT ): 21 ( fino a 53 )P- gamma GT (GGT):12 ( fino a 56 )P- Proteine Totali 7,2 ( da 6,4 a 8,7 ) S- Elettroforesi delle Sieroproteine: Tracciato senza significative alterazioni qualitative e quntitative Marcatori Mucinici e Peptidici: P-Alfa fetoproteina ( AFP ): 1,6 ( fino a 12,0 ).

La specialista che lo ha visto stamane, li ha detto che nn ci sono variazioni dagli ultimi anni e l'esame con lo Fibroscan, è solo per capire il danno che il fegato di mio marito ha subito con il virus e nn perchè ha dei sospetti.
Mi sono un pò preoccupata, perchè in tutti questi anni nn ha mai fatto questo esame. Gentilmente gradirei un Vs parere. Grazie mille

Cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gentile Signora,

per prima cosa devo dirle che il termine "portatore sano" è improprio; è più corretto dire "portatore asintomatico".

Se attualmente enzimi epatici e quadro sieroproteico sono normali, non vi è da preoccuparsi.

Quanto al risultato dell'ecografia epatica, non lo metterei sicuramente in relazione alla pregressa epatite B; altri fattori, come il consumo di alcool e un dieta scorretta, con il passare degli anni e la stessa età possono alterare la normale struttura del fegato.
Inoltre, è abbastanza difficile riscontrare ad una certa età un parenchima epatico del tutto normale; pensi, per esempio, che nelle autopsie di soggetti assai anziani si riscontra spesso un fegato steatosico o comunque alterato nella sua struttura macroscopica e microscopica, senza che il soggetto abbia mai avuto in vita alterazioni della funzionalità epatica.

L'esame Fibroscan è utile per determinare il grado di elasticità del fegato dovuto ad un accumulo di fibrosi; essendo un esame non invasivo, non vi è alcuna controindicazione a farlo.

Detto questo, non mi è chiaro che cosa intenda con la frase "l'epatite si è negativizzata"; può indicarmi PER INTERO il risultato del test sierologici dell'epatite B?
Ha l'antigene HBsAg negativo? sono stati dosati gli anticorpi, in particolare l'HBsAb?

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 118XXX

Iscritto dal 2009
Gent.mo Dottore

la ringrazio per la sua gentile e competente risposta. Mi scusi se nn ho usato la corretta definizione per la malattia di mio marito, ma mi è stato sempre detto così dal medico di base. Per quanto riguarda la negativizzazione della malattia, le riporto quanto detto dagli specialisti che hanno in cura mio marito e dagli esami del sangue che li hanno fatto fare negli ultimi 5 anni, nn trovo i test sierologici da lei citati, probabilmente nn glieli hanno più fatti fare, ma ricordo bene che anni fà erano tutti e due positivi. Io alla notizia ho fatto subito tutti gli esami del caso e risultati negativi, ho fatto il vaccino. Cmq, mio marito da anni è sempre molto attento all'alimentazione, beve pochissimo, nn fuma, fà molto sport (ciclismo a livello amatoriale da molti anni)e per fortuna gode di ottima salute. Se ha piacere, quando avrò l'esito dello Fibroscan e il nuovo consulto con l'infettivologo, le farò sapere di più, magari anche sul "mistero" della negativizzazione dell'epatite B.

Cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
quando si negativizza l'antigene HBsAb e compare l'anticorpo HBsAb, vuol dire che il paziente si è immunizzato.

Ma va interpretato il complesso dei marcatori del virus HBV:
HBV-DNA
antigene HBsAg e suo anticorpo HBsAb
antigene HBeAg e suo anticorpo HBeAb
antigene HBcAg e suo anticorpo HBcAb IgM e HBcAb IgG

Per esempio:
l'anticorpo HBsAb è protettivo ed è indice di guarigione
la persistenza degli anticorpi HBeAb e HBcAb IgG non dà protezione ed è indice di infezione cronica