Utente 187XXX
Gentili Dottori buonasera,vi scrivo perchè vorrei un opinione su quello che mi ha riferito il mio medico curante.
Allora,preciso che il problema non è il mio ma riguarda mio padre.Da un paio di mesi aveva problemi a tutte e due le gambe,sopratutto la sinistra,che erano arrossate.Siccome il nostro medico curante non c'era è andato dal sostituto che gli ha prescritto un eco-color doppler e delle punture di eparina da fare.
Dall'eco-color doppler è risultato che aveva una flebite e ha continuato la cura con l'eparina ma non è stato a riposo e non ha portato la calza elastica.Sabato è andato a fare un eco-color doppler di controllo e il dottore ha detto che andava bene e si era stabilizzato e che doveva cominciare la terapia anticoagulante orale.
Dopo 2 giorni,questo Lunedì,ho dovuto portarlo al pronto soccorso perché la gamba,sempre sinistra,era dal polpaccio in giù gonfia,dura con edema e faceva fatica a camminare.Gli hanno fatto un altro eco-color doppler (per tutti e tre era sempre lo stesso medico) e l'hanno ricoverato perché era a rischio di embolia.
Gli hanno fatto gli esami,l'eparina e ha iniziato la TAO con sindrom 4 mg.L'hanno tenuto 5 giorni,fino ad oggi,e deve continuare la TAO almeno per un anno e portare la calza per almeno 6 mesi.Gli fa ancora male sopratutto quando si alza ma lo vedo abbastanza in salute.Mio padre ha quasi 69 anni,fuma come un turco,da 50 anni o più,dai 2 ai 3 pacchetti al giorno.Gli hanno fatto un elettrocardiogramma e provato la pressione e si sono stupiti anche loro del fatto che il cuore sembrava quello di uno sportivo e la pressione era 70/120,nonostante tutte quelle sigarette.Preciso che mia nonna paterna,cioè sua madre,è morta di embolia polmonare e che anche i fratelli di mia nonna hanno avuto,e sono morti tutti di questo problema.. per cui è dato pensare che sia una cosa ererditaria.Ma oggi per avere spiegazioni sulla cura siamo andati dal nostro medico che ci ha letteralmente terrorizzato dicendoci che deve fare degli esami perché la TVP è un campanello d'allarme dei tumori e sicuramente ne ha uno!!!!Aiutooo se potete chiarirmi questa cosa ve ne sarei grata perché scampato il pericolo embolia è arrivato il pericolo tumore!!!
Grazie infinite per la Vostra risposta,intanto vi porgo Cordiali Saluti.
[#1] dopo  
Dr. Salvatore Bartolotta
24% attività
0% attualità
12% socialità
CALTANISSETTA (CL)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Gent. Sig.ra non credo che il suo Curante sia stato così categorico........

In effetti le TVP hanno una maggiore incidenza nei soggetti neoplastici, ma ciò non significa che Suo padre sia con certezza portatore di neoplasia.

La forte familiarità da Lei riferita potrebbe invece far pensare ad un problema genetico ereditario di trombofilia.

Le consiglio pertanto di indagare in tal senso in un centro specializzato.

Resta comunque inteso che Suo padre dovrà fare tutti gli accertamenti che il curante riterrà necessari in base alla clinica e alla conoscenza del paziente .

Cordiali saluti



[#2] dopo  
Utente 187XXX

Iscritto dal 2011
Gentile Dottor Bartolotta grazie per la Sua gentile risposta.
Sicuramente se il medico riterrà opportuno fargli fare degli esami più approfonditi lo faremo,anche se so già che mio padre sarà sicuramente contrario...le dico che in 69 anni è la prima volta questa che è stato in ospedale e per convincerlo ad andare mi ho dovuto persino minacciarlo!!Quasi quasi preferiva restarci secco piuttosto di andare in ospedale..il perché non lo capisco!!!
Riguardo al mio medico,beh,non è sicuramente cattivo ma è molto tragico...per esempio un paio d'anni fa avevo dei dolori fortissimi al braccio sinistro...allora sono andata da lui,ha mosso un po il braccio in su e in giù,di qua e di la e nel giro di 5 minuti mi aveva già diagnosticato,non mi ricordo neppure che malattia,degenerativa del midollo spinale....che fotunatamente non ho!!!!
Grazie ancora per la Sua gentilezza Le porgo Cordiali Saluti.