Utente 584XXX
Gent.li Dottori, due anni fa dopo aver perso per alcuni minuti la vista dall'occhio destro. Ho fatto delle analisi prescritte dal mio medico curante. Ho effettuato l'ecocolordoppler tsa. Con i seguenti risultati:

vasi esplorati: assi carotidei, arterie vertebrali,arterie succlavie.

- Diffuso ispessimento medio-intimale carotideo(IMT=1,3mm).
- Piccola placca fibrosa si documenta in prossimità della biforcazione carotidea destra, di spessore pario a 1,4 mm.
- Piccola placca fibrocalcifica si documenta a livello della biforcazione dell'anonima, minimamente aggettante nel lume.
-Buoni i profili velocimetrici dei flussi su tutti i vasi esplorativi.

Dopo di che il mio cardiologo mi ha prescritto anti-aggreganti, la pillola per la pressione (ipertensione) e per il colesterolo. Facendo le analisi i valori di colesterolo sono normali ed anche la pressione è stabile.
Nell'ultimo periodo ho i seguenti sintomi:

1. formicolio in tutta la parte destra del corpo;
2. abbassamento della palpebra e visione sdoppiata, ovvero delle ombre bianche;
3. faccio fatica a camminare perchè non ho sensibilità nella gamba.
4. faccio fatica a ricordare le cose
5. stanchezza che s'allieva riposandomi e sono particolarmente agitata.

Il quadro dei sintomi mi lascia molto preoccupata, da profana ho pensato ad ateriosclerosi. Vorrei un parere generale, la situazione è preoccupante? Devo effettuare accertamenti?

Grazie in anticipo e cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Le conviene parlare con il suo medico e programma una TC Dell encefalo.
Ovviamente, dato il quadro emerso dal doppler dei vasi cerebro afferenti, do per scontato che lei non sia fumatrice.
Cordialità
Cecchini
Www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 584XXX

Iscritto dal 2008
Gent.le Dr. Cecchini ho fatto visite neuorologiche di cui le riporto il referto dell'elettromiografia di Singola Fibra. I risultati sono i seguenti:

Muscoli esplorati: Orbicolare dell'occhio destro.

Descrizione Esame: l'esame elettromiografico su singole fibre eseguito sul muscolo in attivazione volontaria ha messo in evidenza il 10% di registrazioni con jitter abnormemente aumentato senza registrazioni con blocchi della trasmissione neuromuscolare. Valore medio del jitter: 40,8 μsec (MCD).

Commento: L'esame è ai limiti superiori massimi della norma. Utile controllo a distanza.
----------------------------------
i risultati del RM Encefalorm ORBITE. Le riporto l'estratto:

lo studio RM morfologico dell'encefalo e delle orbite è stato condotto con tecnica SE, TSE, FFE, STIR e FLAIR mediante scansioni orientate secondo il piano assiale, coronale e sagittale dipendenti dal T1, senza la somministrazione di mdc paramagnetico in vena, dal T2 e dalla DP, in un campo magnetico da 1,0 Tesla.

- Non si documetano aree di alterata intensità di segnale in sede sovra e sottotentoriale con significato patologico attuale.
Normale la morfologia ed il volume del sistema ventricolare che non presenta impronte o deformazioni di significato patologico. Regolare la rappresentazione degli spazi subaracnoidei della convessità e le cisterne basali. Si segnala, infine, iperintensità nella scansioni T2-pesate, della mucosa delle fosse nasali con ispessimento muco-periosteo mascellare, bilateralmente, in relazione a flogosi cronica.

- Le orbite appaiono simmetriche e di normali dimensioni.
Non sono presenti lesioni focali a carico delle pareti ossee nè formazioni patologiche nel contesto. I globi oculari appaiono simmetrici e mostrano normali dimensioni, densità e posizione. Il nervo ottico mostra normale decorso e calibro, nei due lati. I muscoli oculari estrinseci mostrano normale decorso e spessore. Non alterazioni, infine, a carico del grasso e delle vene retrobulbari. Non si rilevano aree di alterata intensità e di impregnazione patologica.

Assolutamente non sono una fumatrice, anzi soffro d'asma. Il mio medico curante ha prospettato fosse un problema ansioso. Ma faccio notare che mio padre morto con ictus, aveva problemi di circolazione. Vista la situazione, è prospettabile un problema cardiaco-circolatorio e quindi mi deve muovere in questa direzione? Oppure l'abbassamento della palpebra e la vista sfuocata possono essere legati ad altri patologie?
Chiedo scusa, ma sono anche preoccupata. Grazie ancora per la risposta.

Distinti saluti.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Mi pare che la RM sia tranquillizzante. Proseguirei pertanto con gli antiaggreganti piastrinici, anti-ipertensivi e statine.
Per cio' ceh concerne il problema visivo e della palpebra mi pare che questi siano prettamente di pertinenza neurologica.
Cordailita'
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#4] dopo  
Utente 584XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio per la sua risposta che in gran parte mi ha tranquillizzata e per la sua disponibilità. Le vorrei chiedere un'ultima cosa, il quadro sopra esposto porta quindi ad escludere una correlazione tra la placca e possibili magari attacchi ischemici? La palpebra e la vista, mi preocuppano oltre la stanchezza. Comunque quanto prima procederò a fare ulteriori indagini strumentali.
La ringrazio nuovamente.

Distinti saluti.