Utente 218XXX
Buongiorno a tutti! sono un ragazzo di 26 anni e soffro di eiaculazione precoce. Ho fatto una visita andrologica e mi è stato prescritto il farmaco fluoxeren da prendere una volta al giorno 20mg. Il mio problema è che dopo il secondo giorno ho cominciato ad avvertire alcuni effetti collaterali del farmaco quali la perdita totale di appetito, ansia e sbalzi di umore soprattutto di sera e di conseguenza ho deciso non ingerirle più. La mia domanda è riferita al fatto che ho preso questo farmaco solamente per due giorni e a distanza di una settimana ancora subisco questi sintomi. Volevo sapere se la cosa è normale e per quanto tempo ancora sono previsti questi effetti e se ci sono alcuni rimedi per agevolare il ritorno alla mia vita quotidiana normale. Ringrazio per l'attenzione.
Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,gli antidepressivi,a volte usati come ritardanti l'eiaculazione,possono dare una serie di effetti collaterali che,pero',svaniscono in pochi giorni.Da qualche tempo e' in commercio la dapoxetina che,in mani esperte,ha una valenza terapeutica nella EP.Ne parli con l'andrologo di riferimento,Cordialta'.
[#2] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
in effetti la scelta terapeutica del Suo Specialista di riferimento è condivisibile. La scelta dellaa classe di farmaci corretta. Gli effetti collaterali o indisiderati sono pevisti e rpevedibili e spesso scompaiono spontaneamente con il porgredire della terapia. Fermo restando che, in caso questo non accada, si può cambiare farmaco o dosaggio o modalità di assunzione.
A parte questo, nel trattamento del Suo disturbo eiaculatorio è fondamentale una diagnosi di aprtenza. Senza una corretta diagnosi qualsiasi tentativo terapeutico può andare incontro a fallimento.
In ogni caso, secondo mee Lei avrebbe fatto bene a consultare il Suo Medico Specialista prima di sospendere autonomamente e bruscamente il farmaco in questione.
Mi tenga informato dell’evoluzione della storia clinica, se lo desidera. Auguri affettuosi per la pronta risoluzione del problema.
Cordialmente.
Prof. Giovanni MARTINO
[#3] dopo  
Utente 218XXX

Iscritto dal 2011
Vi ringrazio per avermi risposto. A distanza di una settimana(due dall'ingerimento delle compresse) i sintomi sono quasi del tutto spariti o comunque dimunuiti d'intesità anche se ancora avverto qualche problema relativo alla presenza di ansia, inoltre ho un blocco mentale nel bere alcolici (birra,vino..) e nel fumare. Volevo sapere se secondo il vostro parere è ancora normale la situazione e se la comparsa dell'ansia andrà via via scomparendo col tempo, e cosa posso fare per eliminare questo blocco. Vi ringrazio per l'attenzione.
Cordiali Saluti
[#4] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
si, è probabile che le cose miglioreranno ulteriormente con il progeredire della terapia. Sottolineo l'importanza di una diagnosi corretta, o presumibile tale, prima di iniziare qualsiasi trattamento della patologia in questione. E' ovvio che leei non può assumere farmaci per tutta la vita!
Ottima idea quella di evitare gli alcoolici ed il fumo!
Se lo desidera, mi farà piacere conoscere l'evoluzione della Sua storia clinica.
Con viva cordialità
Prof. Giovannni MARTINO
[#5] dopo  
Utente 218XXX

Iscritto dal 2011
Veramente dopo la seconda pasticca, ho smesso totalmente di prendere tali pillole poichè ho cominciato a subire tutti quegli effetti collaterali che ho elencato nel primo intervento. Ora quello che vorrei sapere è se è normale che a distanza di quasi due settimane, pur evidenziando una netta diminuzione degli effetti collaterali nel complesso(perdita d'appetito,sbalzi d'umore,ansia..) ancora avverto dei leggeri stati d'ansia e ho un blocco mentale nell'assunzione di alcolici nel fumare sigarette ed anche nel bere il caffè! (cose che tra l'altro fanno bene al corpo, ma mi impediscono anche di farmi una birra con gli amici!) Ora volevo chiedere se questa situazione è normale o meno, e se c'è un metedoto per risolvere più in fretta tali inconvenienti dato che a breve dovrà affrontare un'esame universitario e non vorrei che a causa di questa situazione la mia "ansia da esame" che normalmente si manifesta in maniera lieve a pochi giorni dall'esame (tipica degli studenti) questa volta possa essere accentuata da questa situazione. La ringrazio.
Cordiali saluti.
[#6] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...come temevo,il quadro clinico sta degenerando e non sara' il web a darLe una mano,bensi' un esperto andrologo che affronti il problema a 360 gradi,evitando pericolose suggestioni soggettive che investono
ambiti che non hanno nulla a che vedere con il disagio sessuale di partenza.Cordialita'.
[#7] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
sno completamente d'accordo con il Collega Izzo. Impossibile che la sintomatologia che Lei riferisce attualmente sia da riferire all'assunzione di due compresse della famosa terapia. Devono coesistere altre dinamiche psicologiche di base che si ripercuotono anche sulla sfera sessuale. Ma non solo. In altri termini il problema andrologico senza dubbio c'è, ma non è il solo. E' chiaro che il Suo Andrologo di riferimento potrà occuparsi del problema eiaculatorio, ma non credo sia sufficiente a tenere sotto controllo tutto il resto dei disturbi che Lei sta accusando. Perchè non indagare meglio la situazione comportamentale e di relazione extra sessuale?
Ancora un cordialissimo saluto
Prof. Giovanni MARTINO
[#8] dopo  
Utente 218XXX

Iscritto dal 2011
Vi ringrazio per le risposte che costantemente mi date, comunque vorrei precisare che tali sintomi si sono manifestati proprio dalla sera che ho ingerito la pasticca,circa due ore dopo. Per quanto mi riguarda conduco una vita abbastanza tranquilla e regolare, il mio unico stress è riferibile all'università(tra l'altro non in maniera eccesssivo) e vorrei precisare che non ho mai assunto droghe di nessun tipo. Prima di queste due settimane, non ho mai avuto problemi di ansia, di panico o dei problemi nel mangiare e nel bere in compagnia di amici. Prossimamente farò una visita specifica e spero di risolvere questo mio problema sperando che non sia nulla di grave e di tornare presto come prima.
Cordiali saluti.
[#9] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
questo è l'augurio che tutti noi Le facciamo.
Afefttuosi saluti
Prof. Giovanni MARTINO
[#10] dopo  
Utente 218XXX

Iscritto dal 2011
Gent.mi medici, volevo farvi sapere che ancora non vado a fare la visita, però i sintomi sono quasi del tutto scomparsi a parte una leggera ansia ogni tanto ed il problema nel bere caffè e il té.
Cordiali saluti.