Utente 198XXX
Egregi medici

Il mio Andrologo contattato ieri telefonicamente continua a ritenere necessaria la RM nonostante le abbia riferito che ultimamente ho avuto un ottimo episodio erettile in presenza di una normale eccitazione sessuale.
Come riferito nei vari prec. consulti, da moltissimo tempo non riesco a raggiungere una valida erezione (pene mai ben eretto) spesso neppure in prossimità dell' orgasmo ed in condizioni di tranquillità.

Ultimamente come detto ho avuto un episodio occasionale di valida erezione, ma il mio andrologo non lo ritiene un dato sufficiente per escludere patologie vascolari, nel senso che potrebbero comunque essere presenti.
Mi ha riferito per telefono che anche chi ha problemi circolatori alle vene o arteriosi possono avere di tanto in tanto valide erezioni e nel mio caso non c'entra lo stress.
Mi ha poi detto che all' ecocolordoppler non si evidenziavano segni fibrotici.
> Io continuo a dubitare sulla professionalità del mio andrologo già da come si è comportato quando mi ha fatto l' ecografia.

SECONDO VOI SE SOFFRISSI DI PROBLEMI CIRCOLATORI AI CORPI CAVERNOSI POTREI AVERE AVUTO COMUNQUE UN EPISODIO OCCASIONALE DI VALIDA EREZIONE O NON SAREBBE STATO POSSIBILE?

Grazie Cordialmente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile utente,

il percorso diagnostico del collega non è ben delineato dalle sue parole; inoltre, lei non riferisce nulla sulla attività sessuale (frequenza dei rapporti) e altri elementi che deve di necessità valutare con l'andrologo de visu.

circa la risonanza magnetica, non ci sono evidenze nel testo che la giustifichino.

cordialità
[#2] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2003
Gent.le utente,
difficile essere curati se non si ha fiducia nell'operatore sanitario.
Ne trovi uno di sua fiducia.Altro non riesco proprio a dirLe da una tastiera.
Cordiali saluti
[#3] dopo  


dal 2011
Gentile medico

Quanto al mio andrologo NON VORREI che sia un RUBASOLDI!

Appunto desidererei sapere da voi circa quello che mi è successo.

Ho rapporti sessuali circa due volte a settimana e se aumento la frequenza ho maggiori difficoltà a raggiungere l' erezione e a mantenerla a lungo anche se avendo rapporti più frequenti eiaculo meno precocemente perche non ho problemi eiaculatori ma di mantenere un pene "gonfio" sufficentemente.
Da anni non riesco praticamente mai ad avere un pene ben eretto e duro come da ragazzino e questo mi limita nell' attività sessuale.
Ultimamente il problema si è intensificato in modo particolare ed ho notato che le erezioni sono migliori anche se mai al "top" se ho un rapporto con lei sopra e io sotto, cioè io sdraiato sul dorso.
I rapporti più veloci non aumentano l' erezione ed ho notato che se il pene è più costretto perde facilmente l' erezione: difatti nei rapporti anali ho difficoltà maggiori.
Tuttavia anche nella masturbazione da solo non raggiungo l' erezione ottimamente.

Un mesetto fa di notte (non ricordo con precisione) ho avuto durante la masturbazione un episodio di valida erezione che è durata insolitamente molto a lungo dopo eiaculato nonostante non fossi più eccitato e questo mi è sembrato molto strano visto che tra l' altro quel giorno avevo fatto fino a sera un lavoro faticosissimo costretto a scaricare e sollevare pesi di 35 kg che per uno magrolino come me sono eccome!!!
Difatti non riesco a capire come mai dopo lavori faticosi invece di avere erezioni meno valide visto lo stress, bensì contradditoriamente ho erezioni migliori.
Nel weekend sono più pigro sessualmente.

Attendo risposta
Grazie

[#4] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2003
Gent.le utente,
la maggior validitò della erezione in una posizione "passiva" mi fa pensare ad un problema psicogeno, in tal caso l'aiuto lo può avere da uno psicologo-sessuologo.
Sulla fiducia nel suo curante , avevo capito qualcosa dalle sue parole...
non posso nè accusarlo nè difenderlo ,è cmq evidente che non gode della sua fiducia e qs è già sufficiente per non contattarLo più.
Cordiali saluti
[#5] dopo  


dal 2011
Gentile Dottor Mallus

Mi spieghi questo concetto di posizione passiva e problema psicologico?

GRAZIE
[#6] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2003
Posizione passiva vuol dire che non è Lei il più attivo nel rapporto e qs aiuta in un problema psicogeno.
Altro lo deve chiedere ad uno specialista psicologo-sessuologo.
Cordiali saluti
[#7] dopo  


dal 2011
Scusi...Adesso ho capito bnissimo il concetto!
Ci potrebbe stare pure una cosa del genere, ma come mai se mi capita di avere una giornata lavorativa dove sollevo pesi e mi affatico molto, la sera invece di avere erezioni peggiori le ho più valide?
[#8] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2003
Vorrei poterLe rispondere ma non sono uno psicologo-sessuologo.
[#9] dopo  


dal 2011
Gentile medico

Due ultimissime cose:

1]Qualora non si trattasse di un problema psicologico, potrebbe riferirmi quali possono essere più ammissibili alla mia età (32) le cause di una disfunzione erettile su base organica una volta escluso Ipogonadismo, diabete, ipertensione e dislipidemie?

2]Lo "sbandieramento" del pene da cosa può dipendere?
Alcune donne mi hanno detto che ho questa caratteristica che non tutti gli uomini presentano, cioè che il mio pene quando non è molto rigido tende anche se eretto verso l' alto a "sbandierare" a destra e sinistra al minimo spostamento del corpo.
Mi hanno detto che anche uomini che hanno erezioni non tanto forti (pene non completamente rigido) non hanno comunque questi vistosi sbandieramenti.

GRAZIE