Utente 181XXX
Gentili dottori,
è da quasi due anni e mezzo che non mi capacito del perchè sputi sangue. Premetto che sono molto ansiosa e ipocondriaca e che ho fatto tutti gli accertamenti, tutti risultati negativi. Alla fine sia io che l'altrettanta miriade di dottori che ho interessato al problema, mi hanno detto che potrebbe dipendere dalle gengive e così ho fatto un uso regolare di specifici colluttori e per un periodo il problema è sparito, mentre ora a fasi alterne si ripresenta. Intanto dico che quando il disturbo comincia a presentarsi, sento sapore di sangue in bocca e ovviamente quando sputo annessa alla saliva vi è del sangue di colore rosso. per mettere a tacere la mia fobica paura delle malattie, mi ripeto mentalmente che ciò potrebbe essere dato dal fatto che quando lavo i denti è consuetudine che del sangue lo perda e allora per cercare di tranquillizzarmi, mi ripeto ciò, anche se a dire il vero non comprendo perchè, se le cose sono collegate, la perdita di sangue non avvenga esclusivamente quando lavo i denti, ma anche in altri momenti della giornata. Pian piano la mia ansia mi spinge a controllarmi continuamente e non mi fermo alla sensazione di sangue in bocca, ma tossisco ripetutamente, durante la giornata, per capire se espello sangue con colpi di tosse e a volte credo che sia pure successo, anzi ne sono convinta.I miei dottori,dati tutti gli accertamenti fatti(emocromo, emocromo striscio,rx torace,otorino,gastroscopia,dentista),dicono di stare tranquilla,ma io non riesco a comprendere il perchè dopo quasi due anni e mezzo ancora non abbia del tutto risolto questo problema.per placare la mia ansia posso ripetere a me stessa che se avessi avuto qualcosa di grave in quasi due anni e mezzo,avrei certamente avuto conferme spiacevoli. Grazie a tutti di cuore,nella speranza che plachiate la mia brutta ansia.
[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
LECCO (LC)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Proverei a ripostare la sua richiesta in area ODONTOIATRIA prerchè è più probabile che si tratti di un problema di loro competenza.