Utente 198XXX
Il mese scorso ho fatto ricorso alle cure del pronto soccorso per una crisi ipertensiva. In corso di P.S. mi hanno sottoposto ad elettrocardiogramma ed accertamenti. Dagli esami risultava tutto a posto, però il cardiologo chiamato a consulta mi ha suggerito un controllo più accurato per probabile "sindrome metabolica", stante una ipercolesterolemia famigliare, ipertensione arteriosa e sovrappeso. In particolare mi si suggeriva di controllare la glicemia che, secondo lui, poteva essere alta.
Dal che mi sono procurato una macchinetta per leggere i risultati della glicemia, da cui si rilevano dei valori abbastanza BASSI della glicemia (valori che le elncherò di seguito).
In particolare, le devo segnalare la presenza di un disturbo che ho da alcuni mesi (forse dall'anno scorso): Vengo colto spesso da uno stato di sonnolenza, con appesantimento delle palpebre; mi accade anche di avvertire delle palpitazioni improvvise, accompagnate da tremore per tutto il corpo, con senso di bruciore alle orecchie ed alla testa.
Questi dusturbi possono essere sintomi di una ipoglicemia?
Le elenco i farmci che assumo, per darle un quadro più completo.

MATTINA:
DAPAROX 20 MG: UNA COMPRESSA
RATACAND 16MG: UNA COMPRESSA
SILIMARINA: UNA COMPRESSA

SERA:
LOBIVON: TRE QUARTI DI COMPRESSA
CRESTOR 20MG: UNA COMPRESSA
LORAZEPAM 1 MG: UNA COMPRESSA.

QUALCUNO DI QUESTI FARMACI PUO' ESSERE IMPUTATO DI PROVOCARE, COME EFFETTO SECONDARIO, LA GLICEMIA BASSA, VISTO CHE PRIMA NON AVEVO QUESTI SINTOMI?

VALORI GLICEMICI RILEVATI CON L'APPARECCHIO:
22/09/2011 ORE 15,00- 79
22/09/2011 ORE 20,00- 72
23/09/2011 ORE 7,00 A DIGIUNO- 96
23/09/2011 ORE 16,15 - 64
23/09/2011 ORE 20,30 - 105
24/09/2011 ORE 7,30 A DIGIUNO - 88
24/09/2011 ORE 80,00 A DIGIUNO - 96
24/09/2011 ORE 12,45 - 64

chiedo la cortesia di volermi dare gli appropriati consigLi, indicandomi cosa fare, nell'attesa di una eventuale visita, se opportuna, che si potrà decidere.
Nell'attesa la ringrazio e le porgo i più cordiali saluti,

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Prof. Alfonso Bellia
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Gentile paziente,

in effetti i sintomi che lei descrive sono ascrivibili ad una ipoglicemia.
Considerando la sua condizione di obesità (BMI 32) la probabile causa è da ritenersi l'insulino-resistenza associata al peso in eccesso.
In prima istanza dovrebbe eseguire una curva da carico orale con 75 g di glucosio per glicemia e insulinemia (prelievi ai tempi 0, 30, 60, 90 e 120 minuti) per poi valutare complessivamente la situazione.

Cordiali saluti