Utente 223XXX
Salve, sono un ragazzo di 29 anni, e da 6 sposato, io pensavo che questo problema con l'eiaculazione precoce era un problema legato alla giovine età, ma negli anni con la stessa partner continua. Il rapporto non dura nemmeno cinque minuti dal momento della prima penetrazione.
Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
l' eiaculazione precoce deriva il più delle volte da problemi psicogeni, meno frequentemente da malformazioni del pene o da infiammazioni. Pertanto consulti un collega dal vivo per diagnosi e terapia.
[#2] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
gentile Signore,
mi associo al DR.cavallini nella risposta.
L'eiaculazione precoce, è una disfunzione sessuale della fase dell'orgasmo e va diagnosticata dall'andrologo, la possibile strategia terapeutica si stabilisce di conseguenza.
Vi sono svariati tipi di e.p., anteportas, intrapostas( fuori o dentro l'ambiente vaginale), primaria, secondaria, assoluta, situazionale.
Sarebbe opportuno conoscere lo IELT( tempo di latenza eiaculatoria intravaginale) e le emozioni associate alla sfera della sessualità e della sua dimensione di coppia.
L'approccio terapeutico, potrebbe essere:
-counseling psicologico, con particolare attenzione alla sfera della sessualità. psicoterapia
--terapia di coppia ad orientamento sessuologico
-trattamento integrato( farmacoterapia e terapia mansionale)
-farmaco on de mand( cioè al bisogno, della terapia farmacologica se ne occuperà l'andrologo che avrà il piacere di seguirla)
Ottimale sarebbe però un lavoro "mirato" e calibrato alla sua storia clinica, di coppia e sessuale
Una “diagnosi non completa” ed una terapia che non affronti le cause nella loro globalità, possono costituire , un fattore di mantenimento del disturbo nel tempo, anziché la risoluzione della disfunzione.
La natura multidimensionale della sessualità umana è tale da imporre un inquadramento e un ‘approccio terapeutico integrato’ a chi lamenta un disturbo sessuologico
Cari saluti
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

l'eiaculazione, emissione dello sperma all'esterno, è un fenomeno fisico, organico determinato da strutture organiche influenzate in maniera variabile, da stimoli nervosi che potrebbero essere influenzati dalla psiche ma che potrebbero essere influenzati anche da fattori neuro-chimici che ancora non siamo riusciti a determinare con precisione.
Personalmente non credo di aver mai visto pazienti affetti da eiaculazione precoce guariti dalla psicoterapia anche se ho visto coppie accettare e convivere meglio la loro sessualità nonostante il persistere della eiaculazione precoce
Cari saluti