Utente 223XXX
Gentili Dottori,
ho 40 anni e da quando ero all'università, a circa 25 anni , ho cominciato ad avere la tendenza a rialzi di pressione soprattutto nei periodi invernali e in condizioni di stress.
sono stato sottoposto a tutta una serie di esami ..( holter, ecg, sangue, urine, etc ) e alcuni mesi fa ho fatto un day hospital cardiologico dal quale risultano valori assolutamente nella norma. Anche l'ecocolor doppler trans-toracico e dei tronchi sovraaortici ha dato risultati assolutamente nella norma.
un solo valore è risultato leggermente alterato, gli anticorpi antitireoglobulina a 192 con limiti tra 0 e 100.
Può essere infine la tiroide la causa di questi sbalzi peraltro non frequenti di pressione o è solo la solita ipertensione essenziale che i medici mi hanno diagnosticato? Aggiungo che mio padre è iperteso e che conduco vita sportiva, non fumatore e nemmeno bevitore.
Vi ringrazio per la risposta che mi darete.
Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Federico Nardi
24% attività
0% attualità
12% socialità
VERBANIA (VB)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2011
Gentile Utente, il distiroidismo può causare rialzi pressori così come alterazioni della frequenza del ritmo cardiaco.
Il valore degli Ab-antitireoglobulina (la cui elevata produzione può essere dovuta a malattia autoimmune della tiroide) è lievmente aumentato, come in una buona percentuale di soggetti sani. Pertanto le consiglio di dosare gli ormoni tiroidei (FT3 FT4 TSH) per vedere se è presente una alterazione della funzionalità tiroidea e degli anticorpi antitireoperossidasi (ma tali consigli saranno sicuramente più congrui se dati dallo specialista endocrinologo).
Consideri comunque che l'ipertensione essenzaiale rappresenta circa il 95% delle ipertensioni arteriose!
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 223XXX

Iscritto dal 2011
Gentile dottor Nardi,
intanto la ringrazio per la risposta che mi ha dato, e approfitto per chiederle anche se ritiene la visita endocrinologica urgente e/o indispensabile vista la situazione che le ho illustrato. La ringrazio sin da ora per la disponibilità dimostrata.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Federico Nardi
24% attività
0% attualità
12% socialità
VERBANIA (VB)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2011
La eventuale visita endocrinologica serve a completamento della diagnosi, e diventa necessaria nel momento in cui gli altri esami ematochimici a completamento risultassero alterati ma non la ritengo urgente.
Cordiali saluti