Utente 527XXX
Salve! avrei bisogno di un parere...
Da circa una 20ina di giorni torovo del muco nelle feci e ho delle piccole uscite di solo muco.

La mia dottoressa mi ha prescritto dei fermenti lattici e mi ha detto di limitare alcuni tipi di cibi come il caffè, cibi piccanti etc etc. dicendo che potrebbe essere solo una irritazione.

Sabato scorso ho avuto un rapporto anale con un ragazzo che ha rapporti solo con me, e da ieri ha dei problemi: febbre, bruciore quando urina e fuoriuscita di pus dal pene. Si è fatto visitare dalla dottoressa che gli ha diagnosticato una uretrite e gli ha prescritto una cura di 10 iniezioni di penicillina e delle compresse, credo antibiotici, da prendere.

Ora il mio dubbio è questo: la fuoriuscita di muco può essere associata alla sindrome dell'intestino irritato in quanto espello anche gas intestinale, però dopo l'episodio del mio amico il mio dubbio è che potrebbe essere la gonorrea anale.

Cosa posso fare per capire quali delle due ho? La mia dott.ssa non sa che ho rapporti anche con ragazzi e per me è molto imbarazzante parlargli di questo. Come posso ovviare a questo problema?

Grazie in anticipo per la risposta.
[#1] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentile paziente, il muco che fuoriesce dal retto indica uno stato infiammatorio aspecifico che di per se è riconducibile a problemi molto diversi, dai più banali come il colon irritabile a più seri come le malattie infiammatorie. Il muco però è ben diverso dal pus che tuttavia indica problemi molto differenti, tra i quali anche la proctite gonococcica. Le consiglio per la serietà e l'urgenza del problema di rivolgersi con fiducia ad un dermatologo venereologo al più presto.
Marcello Masala MD
[#2] dopo  
Utente 527XXX

Iscritto dal 2007
Capiso... ma che tipo di esami si effettuano? cioè spiegando i sintomi e non dicendo che ho avuto dei rapporti con qualche ragazzo, dagli esami prescritti si capirà che cosa ho?
[#3] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gli esami che si fanno sono diversi, ematochimici, colturali con tampone, ed eventuale rettoscopia. Le colture di norma non si fanno per gonococco, quindi si devono usare terreni particolari, che si usano solo per certi batteri. Le consiglio vivamente vista l'importanza del problema di affidarsi o al suo medico di famiglia o ad uno specialista in Dermatologia e Venereologia, che se necessario la sottoporrà ad un gastroenterologo per la diagnosi differenziale dalle alttre proctiti.
Marcello Masala MD