Utente 530XXX
Buongiorno, avrei bisogno di un parere a riguardo del mio spermiogramma che ho fatto in quanto è da più di un anno che proviamo ad avere un figlio, ma senza risultati. Ho 39 anni (mia moglie 37).
Ho fatto una visita urologica che ha evidenziato il varicocele sx di 2° grado (accertato con esame ecocolordoppler). Questa è la seconda volta che effettuo lo spermiogramma, in quanto la prima volta è stato riscontrato che avevo una infezione (escherichia coli). Ho assunto Ciproxin per 12 gg e dopo 5 gg ho ripetuto lo spermiogramma (dopo 3 gg di astinenza sessuale)
Se c’è bisogno posso allegare le precedenti analisi.

Aspetto : Torbido
Quantità : 2.5 ml
pH : 8.00
Nr Nemaspermi : 53.0 milioni/ml

Esame microscopico
Motilità (a 120 min)
Rapidamente progressivi : 25%
Lentamente progressivi : 10 %
Oscillanti : 5%
Immobili : 60 %

Esame citologico
Forme normali : 50%
Forme anomale : 46%
Forme giovani : 1%
Cellule spermatogenetiche : 3%
Cellule epiteliali : rare
Leucociti : rari
Ricerca ac.anti nemaspermi : Negativa
Conclusioni : Normospermia

Il mio Urologo mi ha consigliato di effettuare l’intervento per il varicocele, in modo tale da tentare di migliorare la mia situazione non ottimale.
Vi ringrazio in anticipo per il tempo che mi dedicherete e colgo l’occasione per farvi i miei migliori auguri di Buon Anno!!
Enrico

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,personalmente ho delle riserve sull'attendibilità dello spermiogramma che non mi sembra eseguito presso un laboratorio specializzato.Inoltre ritengo poco utile la correzione del varicocele in un uomo di 40 anni,visto anche il ridotto margine di
"guadagno" percentuale e numerico che il quadro seminale sembra offrire.Consiglierei di consultare un andrologo con specifiche competenze nel campo della riproduzione maschile,che sappia ottimizzare la sinergia con il Collega ginecologo.Ci informi,se ritiene.Sinceri Auguri.
[#2] dopo  
Utente 530XXX

Iscritto dal 2007
Gentile Dr. Izzo, la ringrazio per la tempestiva risposta.
Mi potrebbe chiarire quali sono i punti secondo i quali non ritiene
attendibile lo spermiogramma da me effettuato?
In effetti l'esame è stato effettuato in Ospedale Civile e non in una struttura specializzata. Mi sono rivolto al medico che mi è stato
consigliato dal medico di base. Ma sto valutando l'ipotesi di orientarmi
verso una struttura più adeguata, anche se in questo momento non ne conosco...
Vi informerò sugli eventuali sviluppi.
Nell'attesa di un suo chiarimento Le porgo i miei più cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

il suo liquido seminale mostra una motilità degli spermatozoi discretamente bassa e quindi ci potrebbero essere problemi a fecondare una donna giovane sì ma con 37 anni ( che per la fertilità non sono pochi!)
E' importante ripetere l'esame seminale per confermare o smentire tali dati.
Anch'io non sono molto d'accordo nel procedere a interventi sul varicopcele a 40 anni con questi valori seminali.
Rivolgetevi a qualche buon centro di Procreazione Assistita
cari saluti
[#4] dopo  
Utente 530XXX

Iscritto dal 2007
Quindi un intervento al varicocele non porterebbe alcun miglioramento?
E' possibile che tali valori siano "falsati" da fatto che l'esame è stato eseguito a soli 5 giorni dalla cura di Ciproxin (fatta per 12gg)?
Vi ringrazio per la vostra disponibilità e vi saluto cordialmente.
[#5] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

una terapia con ciproxin potrebbe aver debellato una infezione ma non può modificare, nell'immediato, i caratteri del liquido seminale.
Il nuovo esame serve essenzialmente a confermare i primi dati e quindi capire se lei ha dei problemi o no
cari saluti
[#6] dopo  
Utente 530XXX

Iscritto dal 2007
Gentilissimi Dottori, ho effettuato l’intervento al varicocele di 2° grado l’8 febbraio. Ho allegato il risultato dello spermiogramma effettuato dopo 3 mesi dall’intervento. Ho inserito anche i valori precedenti all’intervento per un più comodo commento sulla variazione.

Pre intervento Post intervento

Aspetto : Torbido Aspetto:Torbido,presenza di coaguli
Quantità : 2.5 ml Quantità : 2.5 ml
pH : 8.00 pH : 7.20
Nr Nemaspermi : 53.0 milioni/ml Nr Nemaspermi : 180.0 milioni/ml

Esame microscopico Esame microscopico
Motilità (a 120 min) Motilità (a 120 min)
Rapidamente progressivi : 25% Rapidamente progressivi: 30%
Lentamente progressivi : 10 % Lentamente progressivi: 6%
Oscillanti : 5% Oscillanti: 4%
Immobili : 60 % Immobili : 60 %

Esame citologico Esame citologico
Forme normali : 50% Forme normali : 60%
Forme anomale : 46% Forme anomale : 37%
Forme giovani : 1% Forme giovani: 1%
Cellule spermatogenetiche : 3% Cellule spermatogenetiche:2%
Cellule epiteliali : rare Cellule epiteliali : rare
Leucociti : rari Leucociti : rari
Ricerca ac.anti nemaspermi NegativaRicerca ac.anti nemaspermi Negativa
Conclusioni : Normospermia Conclusioni : Normospermia

Il mio Urologo ha detto che c’è stato un notevole miglioramento per quanto riguarda il numero totale degli spermatozoi, e un piccolo incremento di quelli mobili (la somma di quelli rapidamente progressivi e lentamente prog è passato dal 35% al 36%). Speravo meglio!
Mi ha detto inoltre che quelli lentamente progressivi impiegano più tempo a migliorare dopo un intervento come il mio. Mi ha dato appuntamento per fine ottobre con un altro spermiogramma . Se non ci sarà un risultato positivo passeremo a farmaci per migliorare la mobilità.
Cosa ne pensate??
Vi ringrazio in anticipo per il vostro prezioso supporto.
Con stima
Enrico
[#7] dopo  
Utente 530XXX

Iscritto dal 2007
Avevo diviso i risultati in due colonne, ma sono state unite! Quindi il secondo valore che compare nella stessa riga è relativo al post intervento.
Cari Saluti
Enrico
[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
il parametro che sembra migliorato in assoluto, con gli esami da lei presentati, in modo significativo è il numero degli spermatozoi per ml. Detto questo poi, per essere sicuri del risultato ottenuto, il consiglio che posso darle è quello di provare a cambiare laboratorio perchè l'attuale mi sembra non aggiornato alle ultime indicazioni date dall'Organizzazione Mondiale della Sanità. Altro fattore da tenere presente e considerare poi è che i miglioramenti, dopo un intervento di varicocelectomia, possono presentarsi anche dopo 6-9-12 mesi.
Un cordiale saluto

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#9] dopo  
Utente 530XXX

Iscritto dal 2007
La ringrazio per la veloce risposta!!
Mi permetto di chederLe altre due cose:
1)quali sono i valori che sono in contrasto con le indicazioni dell' Organizzazione Mondiale della Sanità?
2)Con la legatura delle vene spermatiche, non cambia immediatamente l'ambiente in cui si vengono a trovare gli spermatozoi? Voglio dire, gli spermatozoi nuovi non trovano più una temperatura alta dovuta al maggior flusso di sangue. Quindi dovrebbero essere in piena salute, a meno che non vi siano altre patologie...
1000 grazie e un cordiale saluto.
Enrico
[#10] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Soprattutto il paramentro morfologia . Il 50- 60% di forme normali è un dato poco attendibile.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com