Utente 225XXX
Buona sera,
Mio padre ha 56 anni ed è stato operato a marzo per un tumore al colon di g III.
Ha fatto successivamente 7 cicli di chemioterapia con Xeloda poi ha interotto perche si è presentata una parestesia alle mani e ai piedi. l'oncologo gli aveva prescritto Lyrica 75mg 2 v al die per un mese e bustine di Tiobec per 20 gg....dopo due settimane il medico di base ha aumentato la dose di Lyrica 300mg al giorno perchè stava peggiorando. è passato un mese, ha finito il trattamento ma il dolore e i formicoli alle mani e ai piedi non sono per niente migliorati anzi sta sempre peggio.
Il medico di base dice che non c'è nulla da fare, che bisogna solo aspettare che con il tempo migliorerà ma lui sta sempre peggio, non so proprio cosa fare.
Secondo voi non è il caso di andare a fare una visita neurologica a che questo punto?
Grazie infinite
Cordiali saluti

Alina Constantinescu
[#1] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo
48% attività
4% attualità
16% socialità
FURCI SICULO (ME)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
senza visitare la paziente è molto difficile; bisognerebbe scongiurare altre cause.
Solitamente le parestesie da chemio tendono a scomparire nell'arco di pochi mesi