Utente 226XXX
buongiorno, vi allego i risultati dello spermiogramma di mio marito ( 32 anni) e vi chiedo gentilmente un responso:
aspetto: normale
liquefazione: normale
consistenza: normale
volume: 2,8 ml rif 2 - 6
ph: 7,6
concentrazione: 50 ml rif >20
vitalità: 80%
agglutinazione sì

MOTILITA'
motilità totale 60%
a)progr. rapida lineare 40% rif >50% con a) e b)
b)progressione lenta 10% rif >25% con a)
c)non progressiva 10%
d)immobili 0%

MORFOLOGIA
normale 70% rif >50%
TESTA
grossa ovale 15%
nastriforme 5%
piriforme 15%
doppia 2%
rotonda 10%
PARTE INTERMEDIA
alterata 10%
gocce citoplasmatiche 10%
CODA
alterata 5%

leucociti 1 rif 0 - 1
altre cellule 0


vi ringrazio anticipatamente per la vostra risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile lettrice,

l'esame seminale di suo marito sembra perfetto!

peccato che porti ancora dei valori di riferimento schiettamente datati: vedi per esempio il dato delle forme morfologicamente normali, che per il nuovo manuale WHO 2010, risultano validea già dal 4% in su.

consiglio pertanto di valutare il dato presso un laboratorio dedicato di seminologia e leggerlo criticamente con uno specialista andrologo.

cordialità
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

purtroppo i parametri del laboratorio utilizzato non sono secondo l'OMS e questi, anche se l'esame del liquido seminale di suo marito sembra normale, potrebbero essere poco attendibili e, a questo punto, noi non possiamo che rimandarla dal suo andrologo.

Detto questo le ricordiamo infatti che dal 1999, dati confermati poi nel 2003, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha posto dei criteri di valutazione della morfologia molto ristretti e, per questo parametro, la normalità posta prima al 50%, è scesa al 14-15% ed ora, con le nuove indicazioni 2010, ancora più ristrette, la percentuale è ancora ulteriormente scesa.

Ancora poi le rammento che la fertilità di una coppia non è legata solo ad un esame di un liquido seminale e, se desidera poi avere ulteriori informazioni più precise sulla “complessità” che accompagna sempre una potenziale gravidanza, può leggersi anche l’articolo, scritto dalla collega Chelo, e visibile all’indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/214-stile-vita-ed-infertilita.html .

Un cordiale saluto.