Utente 105XXX
Buongiorno ho 23 anni (1mt 75 - 69 kg) e proprio ieri mi è successo uno spiacevole episodio
Dopo 15 minuti di corsa in palestra, mentre stavo incominciando con i pesi, ho avuto un episodio di tachicardia (esordio con sensazione di pressione fra la gola ed il petto, come se dovessi tossire) oltre i 210 bpm. Non avevo altri sintomi, al di fuori di una comprensibile agitazione (sopratutto in me che sono un soggetto ipocondriaco) e con l'aumentare dei battiti è svanita anche la sensazione di pressione. L'episodio si è poi arrestato, dopo una ventina di minuti, improvvisamente. Il calo improvviso dei battiti ha portato a mal di testa, rigidità della mascella e calore.
Sono abituato ad allenarmi con frequenza, fumo in media 4 sigarette al giorno e consumo alcool saltuariamente. Sono ipoteso (la mia pressione di solito non raggiunge i 100), La mia situazione di ipocondriaco mi ha portato a fare negli anni una marea di esami (ECG, ecocardiogramma, ecodoppler carotidi, esami tiroidei, esami di medicina dello sport). Ho fatto due ECG a febbraio per un'operazione al piede (frattura) ed un altro a maggio.
Fino ad oggi le uniche imperfezioni di cui mi hanno parlato è un blocco incompleto di branca destra. Inoltre a febbraio l'anestesista mi ha parlato di una conduzione elettrica leggermente diversa, senza spiegarmi bene di cosa si tratta.
Lo stesso episodio è avvenuto più o meno simile 6 anni fa e 3 anni fa. In tutti i casi l'episodio si è manifestato dopo essermi chinato (ieri stavo raccogliendo dei pesi, 6 anni fa lo zaino e 3 anni fa sparecchiavo un tavolo al lavoro)
Mi chiedevo se ci fosse una connessione fra questi tre episodi ed una causa di tipo patologico non ancora riscontrata

Spero a breve di prenotare una visita per un ECG sotto sforzo (consigliato dal cardiologo a febbraio per farmi togliere tutte le preoccupazioni)

Grazie per l'aiuto

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Se davvero ha presentato un'aritmia con frequenza di 210 bpm occorre che lei programmi una HOLTER CARDIACO delle 24 ore ed un ECG sotto sforzo.
Cordialita'
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 105XXX

Iscritto dal 2009
Il problema è che ogni volta che propongo l'idea di un Holter mi dicono che non c'è bisogno, che è un esame che si da per problemi più gravi e che tutti le analisi cardiologiche non hanno mai riscontrato veri problemi.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Se una persona presenta davvero una frequenza di 210 bpm. l'holter non e' discrezionale, ma si impone.
Arrivederci
cecchini
www.cecchinicuore.org