Utente 535XXX
Egregi dottori,
a maggio 2007 al mio ragazzo è stata praticata una orchifunicolectomia, dall’esame istologico è risultato seminoma puro. Dopo un consulto dal prof. Pizzocaro si è deciso x il “wait and see” con controlli ogni tre mesi (tac, ecografia e marker)….. Ieri abbiamo appreso il risultato della TAC dell’ultimo controllo che riporto…. “In sede paraortica marginalmente alla clip chirurgica immediatamente sottostante alla vena renale e marginoantaetriormente all’uretere si riconosce immagine nodulare di circa 4cm assimilabile a linfonodo aumentato di dimensioni da verosimile secondarismo. Non evidenza di ulteriori immagini assimilabili a secondarismi a carico dell’addome, del torace e del mediastino”. Tutte le altre analisi sono risultate nella norma. Sono nel panico…com’è possibile che sia diventato così grosso in 4 mesi? Non so cosa pensare…..
Vi chiedo un consiglio su come procedere. Qual è la prima cosa da fare? A questo punto comincio ad essere molto preoccupata….
Sarò grata a chiunque voglia rispondermi.
Cordiali saluti,
Ele
[#1] dopo  
Dr. Giovanni Piazza
28% attività
0% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
cerchiamo di capirci:
Il paziente in oggetto è stato posto solo ad orchifunicolectomia? o ha eseguito anche linfoadenectomia lomboaortica?
Sarebbe utile anche per comprendere meglio il referto TC!
Oppure il suo ragazzo ha precedentemente subito altri interventi chirurgici?
Mi ragguagli per poter essere più esaustivo nella mia risposta.
Cordialmente
Dr.Giovanni Piazza
www.drgiovannipiazza.blogspot.com
[#2] dopo  
Utente 535XXX

Iscritto dal 2008
E' stato sottoposto soltanto a orchifunicolectomia.Non so se può essere utile....è stato operato per ritenzione testicolare (sempre testicolo sinistro) a 19 anni,ora ne ha 40.
Grazie.
Buona giornata
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Piazza
28% attività
0% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
in considerazione della sua ultima risposta, considero utile sottoporre il paziente a linfoadenectomia lombo aortica e successivamente, in accordo ai colleghi oncologi rivalutare il caso e prendere in considerazione ulteriori trattamenti.
Cordialmente
Dr.Giovanni Piazza
www.drgiovannipiazza.blogspot.com
[#4] dopo  
Utente 535XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio molto della risposta velocissima.Lunedì è stato visitato dal prof Pizzocaro...verrà sottoposto a 3 cicli di chemio e successivamente si valuteranno eventuali operazioni....Spero tanto non siano necessarie!!!
La terrò informata.
Saluti Cordiali
[#5] dopo  
Prof. Filippo Alongi
40% attività
16% attualità
16% socialità
NEGRAR (VR)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Una adenopatia, in quella sede e di dimensioni di 4cm è verosimilmente interpretabile come localizzazione di seminoma.
Forse potrebbe essere utile una PET con FDG prima di cominciare la chemioterapia. Tale esame potrebbe aggiugere qualcosa in più per una stadiazione anche metabolica(non solo morfologica con la TC).
Comunque, qualsiasi è lo stadio, i seminomi(sopratutto se " seminomi puri" all'istologia, sono assolutamente sensibili alla chemioterapia e pertanto a buona prognosi.
Ci faccia sapere, se lo desidera gli ulteriori sviluppi.

dr.Filippo Alongi
[#6] dopo  
Utente 535XXX

Iscritto dal 2008
Ringrazio anche lei per aver preso in considerazione il caso e per le sue parole confortanti.
Aggiungo qualcosa al referto della TC che ci è stato detto dal dott. Pizzocaro quando ha visto le lastre.Il diametro 4 cm del linfonodo è trasversale, facendo i conti pare sia lungo addirittura 7!!!Questa cosa ci ha spaventati molto!Inoltre lui ha anche individuato nel mediastino un linfonodo poco più grande di 1cm....Come è possibile che ci sia stato un simile accrescimento in così poco tempo?E' "normale" per un seminoma puro?
Saluto Cordialmente
[#7] dopo  
Prof. Filippo Alongi
40% attività
16% attualità
16% socialità
NEGRAR (VR)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
All'esame istologico, il tumore infiltrava già il funicolo o le tuniche intorno? Se si, è probabile che possa esse sfuggita qualche cellula per via linfo-ematica. Sottolineo sempre la buona prognosi è l'alta curabilità e guaribilità di questa patologia a tutti gli stadi.

Dr.Filippo Alongi
[#8] dopo  
Utente 535XXX

Iscritto dal 2008
Mi scuso con il dr. Alongi del ritardo nella risposta ...

Questo è il referto dell’esame istologico:
"Seminoma puro del testicolo, epididimo e funicolo esenti da proliferazione neoplastica; a livello del funicolo è presente granuloma da corpo estraneo a materiale da sutura. Non documentabile infiltrazione vascolare".

Vi aggiorno sulla situazione...
Facendo analisi varie prima di cominciare la chemio (comincia lunedì prossimo) è venuto fuori che ha dei calcoli al fegato che in realtà non gli hanno mai dato problemi. Possono esserci complicazioni con la terapia?
Prima di iniziare la chemio gli è stata consigliata la conservazione del seme. Si tratta di un rischio reale? l'infertilità sarebbe temporanea?

Grazie a tutti
Cordiali saluti
[#9] dopo  
Utente 535XXX

Iscritto dal 2008
Buongiorno a tutti
Nel frattempo ha cominciato la chemio (5gg consecutivi a partire da martedì scorso)....effetti collaterali nausea mattina e sera a partire dal quarto giorno.I disturbi aumenteranno nelle due settimane di richiamo o si attenueranno?
Sarà sottoposto a 3 cicli consecutivi, ciascun ciclo ha 5 gg consecutivi la prima settimana e un giorno per ciascuna delle 2 settimane successive.
Altra cosa...gli è stato detto di bere 3 litri di acqua al giorno, cosa che riusciva a fare benissimo fino a qualche giorno fa, ora non riesce a mandare giù neanche un sorso.Si può fare qualcosa?

Cordiali Saluti
PS.Potreste cortesemente rispondere anche al mio post precedente?Vi ringrazio tanto
[#10] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo
48% attività
4% attualità
16% socialità
FURCI SICULO (ME)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
la conservazione del seme prima di un trattamento chemio-radioterapico, è atto dovuto per il rischio di infertilità che tali trattamenti possono causare. non credo che i calcoli al fegato (o colecisti?) possano dare problemi.
Lo schema da Lei ben descritto nei dettagli si chiama PEB e si somministra come già spiegato; indubbiamente farmaci quali il cisplatino posssono portare nausea intensa e conseguente difficoltà all'assunzione di liquidi in quantità. Per porvi rimedio, ai miei pazienti consiglio di mettere una busrtina di polase in un litro di acqua (per dare gusto di arancio, meglio tollerato) e sorseggiarla tutto il giorno.
Tenga presente che mi sento molto piccolo nell'inserirmi a dare consigli in un paziente che in attto per la Sua patologia è seguito da un'autorità nel settore, quale il Prof. Pizzocaro (= stia tranquilla!!).
Cordialmente
[#11] dopo  
Utente 535XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio moltissimo del consiglio...lo sperimenteremo immediatamente!Lo schema ci è stato prescritto dal prof.Pizzocaro che purtroppo opera molto lontano dalla ns città per cui x la chemio (dietro suo consiglio) stiamo utilizzando un centro a noi più vicino!Andremo da lui a fine cicli.
Considero utilissimo l'aiuto di voi tutti...anche perchè in tempo reale!!!!
Approfitto per chiedere un chiarimento.Lui è abbastanza spaventato dal fatto che il n. delle sue flebo sia superiore a quello degli altri pazienti e quindi anche il tempo di somministrazione (premetto che è alto circa 2m e pesa 95kg).Insomma vorrebbe sapere se si tratta di una terapia molto forte....
Grazie ancora!!!
Un saluto cordiale
[#12] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo
48% attività
4% attualità
16% socialità
FURCI SICULO (ME)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Un consiglio che dò sempre ai miei pazienti è di non contare le flebo e magari, se proprio di numeri ci si vuole impegnare, portarsi il sudoku!!
Scherzi a parte, le terapie non sono tutte uguali e poi potrebbe essere per esempio che a volte l'idratazione pre e post platino venga diluita in sacche di 500 o 250 cc a secondo delle disponibilità (questo è solo un esempio); ciò che conta sono le dosi dei farmaci.
Cordiali saluti
[#13] dopo  
Utente 535XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio tanto!!!
Un saluto cordiale
[#14] dopo  
Utente 535XXX

Iscritto dal 2008
Finalmente anche il III ciclo PEB è terminato (martedì scorso)!!!vorrei porvi una domanda circa gli effetti collaterali...Continua ad evere disturbi di stomaco, alterazione del gusto, nausea e stanchezza, nei giorni scorsi ha avuto anche febbre che non ha superato i 38°.I disturbi vanno via via aumentando anzichè affievolirsi..
E' normale? e soprattutto...quanto durerà?
Grazie a tutti!
Cordiali Saluti
[#15] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo
48% attività
4% attualità
16% socialità
FURCI SICULO (ME)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Beh il normale sarebbe il contrario cioè un affievolimento della sintomatologia con il passare dei giorni.
Tenga presente che dal martedì 25 siamo ancora con uno stato di piena efficacia dei farmaci.
Pertanto aspetterei qualche giorno ancora e magari risentirei i colleghi per valutare eventualmente alcuni parametri bioumorali.
[#16] dopo  
Utente 535XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio.La terrò informata sugli sviluppi nei prossimi giorni.
Cordiali Saluti
[#17] dopo  
Utente 535XXX

Iscritto dal 2008
Salve…… volevo aggiornare voi dottori sull’attuale situazione e nello stesso tempo dare speranza a chi è stato colpito dalla stessa malattia.
Eravamo rimasti alla fine dei 3 cicli PEB con gli effetti della chemio che sembravano peggiorare…
Trascorso un mese dalla fine della chemio i marcatori sono risultati nella norma, non c’è più traccia del linfonodo nel mediastino mentre quello inizialmente di 7 cm in prossimità del rene è risultato “notevolmente ridotto di dimensioni” (è poco più grande di un centimetro) all’esame TAC. L’esame della PET total body è risultato negativo.
Con tutte le analisi fatte siamo andati dal prof. Pizzocaro che ha prescritto una griglia di controlli per i successivi 6 anni.
Che dire …tutto bene per il momento e speriamo bene x il futuro!!!
Ringrazio molto tutti coloro i quali hanno seguito il ns caso.
Un saluto cordiale

[#18] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo
48% attività
4% attualità
16% socialità
FURCI SICULO (ME)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Questo a conferma che tra le tante neoplasie questa è tra le più curabili. In bocca al lupo per tutto.
[#19] dopo  
Utente 535XXX

Iscritto dal 2008
Salve..
non credevo di tornare a scrivervi dopo così poco tempo!
Al primo controllo effettuato a fine settembre i marker hanno subìto una variazione.In particolare BHCG=0,3 (finora era sempre stato zero, anche prima dell'operazione) e NSE=14 (il valore max è 12).Premetto che è la prima volta che viene controllato l'NSE (prescritto dal prof.Pizzocaro nei controlli ogni 4 mesi oltre ai marcatori classici x il seminoma).Ecografie all'addome e al testicolo e rx ai polmoni sono risultati negativi.
Abbiamo sentito gli oncologi di riferimento che hanno consigliato di ripetere i due marker dopo un mese...Li ripeteremo la settimana prossima.
Ho letto molto riguardo a questi marker ed al loro significato oncologico e non...Non so cosa pensare e cosa aspettarmi...Spero ci sia un errore nelle analisi..
Cosa sta succedendo?
Grazie in anticipo a chiunque voglia aiutarmi a capire...
[#20] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo
48% attività
4% attualità
16% socialità
FURCI SICULO (ME)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Nulla segua il consiglio di rieseguire il marcatore.
e ci tenga informati se lo gradisce.