Utente 229XXX
Una persona a me molto cara di 75 anni,in seguito a una rx toracica(fatta come esame di routine per prericovero di isteroscopia)ha avuto un esito della rx ,che vorrei mi venisse meglio chiarito,prima della TAC a cui deve sottoporsi per ulteriori accertamenti.
LESIONE TONDEGGIANTE NODOSA DI 35 mm DI DIAMETRO IN SEDE BASALE POSTERIORMENTE.
Ripeto,in attesa di TAC ,vorrei delucidazioni su cosa puo' voler significare un simile referto.La persona in questione non ha mai fumato,nè avuto problemi di salute particolari,ha solo da anni la pressione alta ,è in sovrappeso e soffre di artrosi.
Grazie a chi rispondera',perchè...son molto preoccupata.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Gentile Utente buonasera,
il referto dell'Rx torace che ci riporta indica che a livello di una delle basi polmonari (quale non lo definisce) è stata riscontrata una lesione nodulare le cui caratteristiche purtroppo potranno essere meglio definite con un esame più specifico quale appunto una TC.
Certo non è dato sapere se quello riscontrato è un dato del tutto nuovo o invece qualcosa di già presistente magari già segnalato in precedenti esami radiologici.
Non conviene esprimersi ulteriormente: se mai potremmo essere più utili, conoscendo dettagliatamente il prossimo referto TC, delucidarla sul nuovo referto.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 229XXX

Iscritto dal 2011
Gentilissimo Dottore,grazie per la prontezza della sua risp.
Proprio stasera,dopo che stamane a mia mamma è stata fatta la TAC con mezzo di contrasto(TAC urgente,anche perchè tra pochi giorni deve fare un'operazione di isteroscopia endometriale per levare un polipo benigno,con annessa anestesia generale)ci è stato comunicato telefonicamente che la mamma puo' procedere coll'intervento programmato perchè l'esito della TAC è negativo,trattandosi la lesione((in sede basale SINISTRA) di grasso,non ben meglio definito dall'infermiera tramite telefono.
Un bel sospiro di sollievo,anche se aspetto di avere tra le mani l 'esito della TAC per poi leggere cosa concretamente e dettagliatamente vi è scritto.Se sara' ancora disponibile le scrivero' su questo forum cosa dice dettagliatamente la TAC.
Nel frattempo,volevo chiederle se ,e come è possibile che da una rx toracica compaia un qualcosa definito 'lesione',che altro non è che del grasso(mi puo' spiegare cosa si intende per grasso e dove possa essere localizzato per far bella mostra di se' sulla rx?)
Ringrazio ancora per la sua disponibilita' e..che questa vicenda(terminata,spero...a buon fine),possa essere considerata da tutti gli utenti che leggono,come un insegnamento nel non subito pensar male da un primo esito di un esame,ma aspettar con fiducia i prossimi ste.Per fortuna,nel nostro corpo umano non esistono solo le cose maligne,ma anche altre possibilita' meno sfavorevoli.
[#3] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Buonasera, qualunque immagine che esula dalla normale morfologia che ci si aspetterebbe da un esame diagnostico può essere definita (avendo tra l'altro dei margini netti e una forma ben definita) come "lesione".
Ma molto correttamente il Radiologo ha rimandato ad un esame più approfondito il dubbio dell'immagine che si evidenziava non potendo certo esimersi dal segnalarla nel primo referto radiologico.
Il fatto poi che si sia appurato che possa tratattarsi di "grasso" non deve stupire giacchè i "lipomi" ad esempio sono delle lesioni neoplastiche benigne del tessuto adiposo, abbastanza ubiquitarie e che generalmente non creano problemi.
Ma qui mi fermo perchè non ritengo serio limitarsi a quello che le hanno comunicato per telefono e invece se vuole aspettiamo, per commentarlo, il referto scritto della TC che le arriverà presto.
Concordo con lei su ciò che scrive alla fine del suo post: il più delle volte nel nostro organismo le "stranezze" evidenziate ad un esame si rivelano poi elementi del tutto trascurabili e le nostre paure infondate, per fortuna. Ma sempre meglio comunque approfondire lo studio ed esserne certi.
Cordialmente
[#4] dopo  
Utente 229XXX

Iscritto dal 2011
Gentile Dottore,dopo che mia madre stasera ha concluso positivamente il suo day hospital per l'isteroscopia endometriale,ci è stata consegnato l'esito della Tac al torace.Ecco il referto:
In sede basale posteriore a sinistra piccolo ammasso adiposo,dimensioni massime di 4,5 cm circa,adeso al diaframma in corrispondenza di piccola soluzione di continuo dello stesso(1 cm circa).Reperto descritto compatibile con ernia di Bochdalek a contenuto grassoso.Non alterazioni polmonari focali.Mediastino libero.
Si tratta,quindi,caro Dottore Alvino,di lipoma,come mi ha accennato?Possiamo star tranquille?O è meglio,tener sotto controllo tale grasso piu' in la'?E l'ernia di Bochdalek ,che cos'è?,
Ma tale ammasso adiposo,puo' esser grasso sulla schiena che si nota nella rx toracica,o è situato in altra zona interna,magari del polmone?
Le saro' molto grata se vorra' rispondermi,essendo che oggi l'esito Tac ci è stato consegnato da un'infermiera e non da un dottore,tale per cui,oltre a un generico'Va tutto bene',non ci è stato detto nientaltro..
Buonasera e buon lavoro.
[#5] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Buonasera, mi limito a darle solo qualche informazione perchè esula dalla mia specializzazione pertanto spero che un collega chirurgo toracico entri nella discussione dando il prezioso apporto.
In alternativa può porre in questa stessa specialità un nuovo quesito specifico.

L' ernia di Bochdalek rientra nell'ambito delle ernie diaframmatiche (come la più frequente e conosciuta ernia jatale), a differenza di quest'ultima che è acquisita l'ernia di Bochdalek invece è un'ernia congenita dovuta cioè ad un difetto della porzione postero-laterale del diaframma causato da un incompleta chiusura di una membrana durante il periodo di sviluppo embrionale.
Si tratta della forma più diffusa di ernia congenita (dopo quella jatale che è acquisita)
In realtà i casi descritti nell'adulto sono rari, essendo invece di riscontro neonatale. E probabilmente senza un corredo sintomatologico in quanto scoperta occasionalmente.
Non è affatto un lipoma (l'esempio si era fatto perchè lei era sorpresa che del "grasso" fosse definito come "lesione"), tuttavia sembrerebbe dalle immagini e dal referto che il contenuto dell'ernia sia proprio di tipo grassoso, lipidico.
Un dato mi sembra importante ed è che:
- non si evidenziano lesioni polmonari di alcun tipo,
- il mediastino risulta libero
Non mi dilungo oltre perchè non sarebbe corretto e aspettiamo che uno specialista eventualmente entri in discussione.
Ovviamente ha anche il suo Curante come riferimento preciso con cui parlare di persona.
La saluto caramente.
[#6] dopo  
Utente 229XXX

Iscritto dal 2011
Grazie ancora,caro Dottore ,che si è dilungato a chiarire i miei dubbi,pure se non erano pertinenti alla sua specializzazione.Ma cmq,noto che lei ..è un pozzo di sapienza(avendo letto anche il suo prestigioso curriculum..)
Sicuramente,andremo dal ns medico di base..Ma sa com'è:spesso i dottori hanno molta fretta e si limitano a dire (per le problematiche non gravi)di non preoccuparsi,che va' tutto bene e sta poi al paziente cercare di documentarsi da se'.Ormai i dottori di base(come un po' tutti gli operatori sanitari..)sono oberati di lavoro e..via un paziente,qua' un altro,anche se meritano tutto il rispetto e la stima,perchè di fondo,si attivano al volo,nei casi sospettino qualcosa di grave.
Cmq,alla fine di tutto,cio' che mi premeva è che la mia cara mamma,non abbia nulla di grave,e lo spavento che abbiam preso dal primo esito della rx toracica(che poteva significare tutto o niente)è in breve tempo rientrato.
Questa ns esperienza,lo ripeto,mi piacerebbe servisse,oltre a dimostrare l'utilita' e l'umanita' di un servizio come 'Medicitalia', anche a dimostrare che non sempre va a indirizzarsi in una direzione negativa un esame o un sospetto di malattia che ci fanno pensare al peggio,ma poi si incanalano in una direzione positiva ,o cmq,meno grave del previsto.
Percio' ben vengano gli accertamenti e gli esami preventivi che ,se effettuati ,a volte,pure controvoglia o,in assenza di sintomi evidenti,permettono a tutti di tenersi controllati e anticipare sul nascere eventuali malattie..
Grazie ancora Dottore.Tutta la mia stima e cordialita'.
[#7] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
La ringrazio, gentile Utente, ogni tanto è utile riprendere un buon libro di Medicina dalla propria libreria e ripassare qualche argomento dei tempi universitari, anche non attinente alla propria Specialità.
Mi preme però suggerirle che l'eventuale consulto con il suo curante è per effettuare poi una consulenza chirurgica (meglio se toracica) con uno specialista che valuti le immagini e dia il suo parere. E' probabile che sua madre sia portatrice asintomatica di questa benigna anomalia, ma a scanso di equivoci sarebbe meglio togliersi ogni dubbio e sentire cosa ne pensa.
Cordialmente
[#8] dopo  
Utente 229XXX

Iscritto dal 2011
Buonasera gentile Dottore!Sinceramente,passato lo spavento iniziale,ora ,con l'esito della Tac in mano,non avevo pensato al fatto che l'anomalia(totalmente asintomatica)di mia madre potrebbe dover esser operata e,quindi,è opportuno rivolgersi al medico curante anche solo per valutare questo aspetto.Avevo capito(o sperato)che si trattasse di un'anomalia che si puo' lasciare cosi',nella sua sede,tale e quale,senza dover in alcun modo intervenire,soprattutto chirurgicamente.Se dicessi ora a mia madre che ,forse,dovra' tornare in sala operatoria,non so come reagirebbe,essendo che non è mai stata in ospedale,se non per i parti e la isteroscopia di ieri e vede i ricoveri in ospedale ,non proprio bene..Comunque,andro' dal dottore di base e valuteremo,sperando che non ci sia da far piu' nessun intervento...
Comunque,all'atto della consegna del referto Tac,non ci è stata consegnata nessuna immagine,bensi' solo il referto scritto.Forse che le immagini sono state archiviate su Pc e,inviate(a ns insaputa,al ns medico curante?)Non era piu' corretto ci venissero consegnate(anche su supporto quale CD)pure a noi utenti?Ora,poi,mi viene in mente che anche il referto Tac consegnatoci ,non è l'originale,bensi' un foglio su cui c'è scritto'copia'.I referti originali(esami di prericovero:sangue,urine,cardiogramma...)sono rimasti nella cartella del ginecologo che ha operato mia madre.Non è prassi che vengano consegnati al paziente,all'atto delle sue dimissioni,considerando che mia madre non deve piu' tornare in reparto neanche per visite di controllo successive all'isteroscopia?
La ringrazio nuovamente dei suoi preziosi consigli e saluto con cordialita'.
[#9] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Buonasera, infatti, non volevo dire che sua madre deve essere operata. Assolutamente. La consulenza, con le immagini, serve solo per una valutazione del chirurgo. Sappiamo che la diagnosi per ora è stata fatta dal Radiologo. Voi però alla fine non avete avuto contatti con nessuno direttamente, ecco perchè utilizzando il vostro curante, a mio parere dovreste sentire uno spcialista, così solo per essere tranquilli al 100% che non ci sia da fare nulla (come penso io). Tutto qui. Purtoppo a distanza e per mail il rischio di equivocare è più alto e possono esserci fraintendimenti. Per quanto riguarda il supporto delle immagini sarebbe il caso di avere il CD, basta sentire la segreteria della radiologia.
saluti
[#10] dopo  
Utente 229XXX

Iscritto dal 2011
Buonasera ,caro dottore.Seguiremo i suoi consigli e,valuteremo il da farsi,eventualmente.
La ringrazio delle preziosi risposte che ha avuto la gentilezza di fornirmi in questi giorni..per noi,un po' movimentati.
Buon lavoro e ....tutta la mia stima per la sua umanita' e professionalita'!
Un saluto con affetto.