Utente 539XXX
Buonasera,chiedo cortesemente di avere delle informazioni in merito ad un incidente avvenuto sul posto di lavoro.Nel mese di settembre il mio ragazzo ha tagliato il dito indice della mano destra.in ospedale lo hanno attaccato e ricucito in quanto era comunque attaccato da una parte.In Dicembre ha subito un altro intervento per la mobilità della seconda falange, ora tutta la punta del dito è insensibile al tatto,sente un pò il polpastrello ma cmq non riesce nemmeno a chiudere. Vorremmo sapere se con qualche intervento si può recuperare il tendine della prima parte del dito o se ormai dopo tanti mesi non si può fare niente..Nel caso ci sia qualche possibilità di recupero, avremmo bisogno di qualche suggerimento su un dottore specializzato per questo problema.grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Michele Milano
48% attività
4% attualità
20% socialità
MONCALIERI (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
dipende. Dipende da quello che è il danno, da come era il tendine in origine, da come erano le strutture che l'accoglievano.
In genere, ma le ripeto, occorre una buona valutazione clinica, nei traumatismi importanti del dito si può utilizzare il palmare gracile (un tendine del polso) per eseguire un trapianto tendineo (ovvero sostituire il flessore danneggiato con il nuovo tendine).
La ripresa completa della funzionalità è comunque molto difficile perchè dipende da molti fattori:
1) danno iniziale
2) buon intervento chirurgico
3) buona fisioterapia
4) buona motivazione al recupero da parte del paziente.

Se anche uno solo di questi fattori non è al top il recupero completo diventa difficile.

Le faccio tanti auguri

Dr. Michele Milano