Utente 231XXX
Salve, chiedo un consulto poichè andando alla ricerca di problemi simili al mio non mi sembra di aver trovato una soluzione e una spiegazione che mi rassicuri. Ho 18 anni e da circa un mese ho problemi di erezione con la mia partner con cui sto da più di un anno. Ho una vita sessuale piuttosto attiva sopratutto in quest'ultimo anno di relazione. Inizialmente il problema si presentava molto raramente; in casi come poche ore di sonno o assunzione eccessiva di alcol la notte prima. Ora però si sta ripetendo di continuo e dopo la prima penetrazione e orgasmo, non riesco a raggiungere e mantenere una nuova erezione che mi permetta una seconda penetrazione (anche aspettando più di mezz'ora). La cosa mi preoccupa perchè non mi era mai successo così frequentemente e perchè, visto la mia giovane età, mi sembra piuttosto anomalo. Ho inoltre notato che al mattino non ho più la mia solita erezione, al massimo, se c'è, si presenta un ora dopo il risveglio. Tengo a precisare che con la mia partner c'è una forte intesa e un sentimento profondo, il mio desiderio è perenne, per forza di cose però non posso consumare a pieno l'atto sessuale. A questo punto le mie domande sono: E' normale a 18 anni avere simili problemi? Devo ricorrere a farmaci per porre fine a questo fastidioso problema? Può passare con il tempo? Quale può essere la causa di questi problemi?

Vi ringrazio anticipatamente, cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

alle sue numerose domande purtroppo da questa postazione non possiamo risponderle in modo mirato.

Le possiamo solo dire che non è regolare che un ragazzo di 18 anni abbia questi problemi a livello della sfera sessuale.

Sulle cause di questi problemi possiamo solo dirle invece che alla sua età facilmente si riscontarno tematiche psicologiche, stress, ansia,ecc., ecc.

Ora biosgna sentire il suo medico di fiducia e poi a ruota un esperto andrologo per fare una attenta valutazione clinica diretta e capire quindi la reale causa del suo problema sessuale e poi impostare le necessarie strategie terapeutiche.

Nel frattempo le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html .

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio, mi recherò il più presto possibile dal mio medico per un consulto più approfondito. grazie. Gentili saluti
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Fatto il tutto poi ci riaggiorni, se lo desidera.