Utente 167XXX
buonasera, ringrazio in anticipo chi sarà così cortese da darmi un consulto.
Un mese fa mi sono tagliata. Il taglio, fatto con un grosso coltello da salumeria, era a metà dell'ultima falange del mio dito indice: la parte più alta del mio dito.
Sanguinò moltissimo, pur non essendo troppo profondo.
Lo disinfettai e fasciai.
La ferita si rimarginò da sola ma ancora oggi in corrispondenza della ferita ho poca sensibilità.
é come se ci fosse una piccola bolla sotto la pelle e tendo a non utilizzare il dito per questo motivo.
Ora vi chiedo, è una cosa che richiede tempo o potrebbe non tornare più come prima??non credevo di dovermi preoccupare essendo il taglio sul polpastrello...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

il recupero della sensibilità di un polpastrello richiede più di un mese.

Inoltre, nella sede del taglio si è formata una cicatrice che diventerà ancora più dura nelle prossime settimane per poi cominciare gradualmente ad ammorbidirsi fino all'assestamento definitivo.

Questi due processi riparativi, in parte interdipedenti, vanno considerati completati non prima di 3 mesi dal trauma.

Buon Natale !
[#2] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
grazie davvero :) è stato gentilissimo e veloce.
buon natale anche a lei!!