Utente 548XXX
gentile dottore,
ho ritirato le analisi del sangue ed ho notato che ho le piastrine alte la informo che ho 43 anni ho una figlia di 4 anni sono ipotiroidea, ed ho in corso di analisi un fibrodenoma al seno dx.
emocromo esito: s.intero
glob.rossi 4,13 (3,90 - 4,90)
emoglobina 13,6 (12 - 14,7)
emotrocruto 39,4 (34,5 - 43,1)
vol.corpuscolare medio 95,6 (83,0 - 96)
emoglobina corpusc.media 32,9 (27,5 - 33)
concentraz.media hb 34,4 (33 - 34,9)
ind.distrib.vol.eritrociti 12,9 (10 - 16)
piastrine 413 ( 150 - 400)
vol.piasrinico medio 8,1 (6 - 11)
globuli bianchi 8,1 ( 4,4 - 10,1)
ves s. intero 14 (2 - 25)
neutrofinil 59,9 ( 40 -75)
linfociti 29,5 (20 - 45)
monociti 8,8 (4 -12)
eosinofili 1,4 (1 - 7)
basofili 0,4 (0,0- 1)
neutrofili 4,90 (1,6 - 7)
linfociti 2,40 (0,80 - 4)
monociti 0,70 (0,10 -1,20)
eosinofili 0,10 (0,10 - 0,60)
basofili 0,00 (0,00- 0,20)
gamma gt 12 (5 -39
ft3 3,27 (2,30 -4,20)
ft4 1 (0,89 -1,76)
tsh 2,38 (0,35 - 5,50
Faccio uso di anfinfiammatori (aulin - oki) per dolori al dorso,
ed avevo finito la terapia antibiotica Eugmentin mg 875 da 3 gg.
Mi devo preoccupare di queste analisi.
La ringrazio della cortesia.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Francesco Nardacchione
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
Gentile signora,
la piastrinosi (aumento del numero delle piastrine) può essere primaria (nel caso di malattie del midollo) o secondaria a numerose patologie (malattie reumatiche o malattie infiammatorie croniche) o all'assunzione di farmaci. Le analisi eseguite non documentano alterazioni significative, gli indici infiammatori sono nella norma mentre il valore piastrinico è di poco al di sopra della norma, non ha eseguito esami per le malattie reumatiche. Per essere diagnosticata e trattata la piastrinosi deve essere costante ed in genere al di sopra delle 600.000 mL. Ne parli con il Suo medico curante ed eventualmente ripeta tra qualche giorno un controllo.

Cordiali saluti

F. Nardacchione
[#2] dopo  
Utente 548XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dr.F.Nardacchione,
La ringrazio per essere stato così veloce nella sua risposta.
Per le analisi in corso al seno, se ci fosse qualcosa di evidente, dovrebbero esserci dei segnali nelle analisi sopra riportate?
La ringrazio ancora e saluto cordialmente.
[#3] dopo  
Dr. Francesco Nardacchione
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
Gentile signora,
non ha specificato quali sono le analisi in corso per il suo seno, In genere la diagnosi di fibroadenoma è clinica (visita) e poi diagnostica (esecuzione di ecografia e mammografia). In base alle risposte poi il Suo medico curante deciderà se effettuare ulteriori esami e visite specialistiche (senologo) o meno. Dalle analisi fin qui effettuate comunque non si evidenziano alterazioni significative.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 548XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dr.Nardacchione,
ho eseguito un esame dal senologo (manuale) dove il Senologo ha dichiarato: Addensamento diffuso, specie a carico dei Q.S.E, piu spiccato a dx, non lesioni sospette.
Di seguito ho eseguito al centro senologico di Firenze una mammografia ed eco, dove si è visto un fibroma a dx, è stato prelevato del tessuto per analisi istologica. Mi hanno rassicurato che non è di forma maligna,(simile al precedente) posso dormire tranquilla fino al responso o...
Preciso che il seno è di natura fibrocistico, già all'età di 21 anni ho tolto un piccolo fibrodenoma di cm2,5.
La ringrazio, è veramente molto gentile.
[#5] dopo  
Dr. Francesco Nardacchione
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
Gentile signora,
visti i precedenti chirurgici, penso che la cosa migliore sia quella di aspettare la risposta della biopsia che ha effettuato.
In considerazione dell'aspetto ecografico e mammografico che Lei descrive, penso che possa stare tranquilla, continuando comunque ad avere un senologo come referente clinico.

Cordiali saluti

F, Nardacchione