Utente 446XXX
Buonasera,
in merito al mio lavoro che prevede la permanenza in terreni agricoli (noccioleti) e anche alla mia passione per le escursioni in montagna, nonchè alla mia modesta ipocondria, ho fatto un'analisi della mia situazione delle vaccinazioni contro il tetano.
Avendo avuto in passato l'obbligo di antitetanica per l'attività equestre, ho dimenticato di tenere sotto controllo negli ultimi anni la vaccinazione e quindi vorrei rimediare con un richiamo o con una nuovo ciclo di vaccino.
Ho richiesto alla ASL la mia situazione in merito e le date che ho in merito alle vaccinazioni antitetano sono:
1) 12/03/1983
2) 03/05/1983
3) 16/06/1984
4) 03/09/1991

e poi ho chiesto parere al mio medico che, essendo molto scrupoloso, mi ha consigliato di ripetere il ciclo di tre vaccinazioni, per esserne sicura;
ma poi mi ha anche detto che posso fare un richiamo e dopo un mese controllare i livelli di anticorpi con un esame del sangue oppure ancora, fare prima un esame del sangue e poi decidere per il richiamo o il ciclo.
Sinceramente non so cosa fare poichè ho sentito pareri contrastanti in merito e anche leggendo altri post in questa sezione, non ha fatto si che chiarissi le mie idee.
Chiedo gentilmente un vostro consulto e,
ringraziando anticipatamente, invio cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile utente,
tutto sommato probabilmente la via migliore è quella di ripetere tutto il ciclo.
Saluti,
[#2] dopo  
Utente 446XXX

Iscritto dal 2007
La ringrazio per la sua opinione gentile dott. Marchi,
in fin dei conti anche a me sembra la via migliore, in fin dei conti è la cosa più sicura...
Intanto il mio medico curante mi ha anche prescritto l'esame del sangue che farò a giorni, in cui controlleremo il livello degli anticorpi (oltre ad altre analisi che volevo comunque richiedere), da lì decideremo cosa fare.
Grazie ancora.
[#3] dopo  
Utente 446XXX

Iscritto dal 2007
Salve,
come previsto, ho effettuato l'esame del sangue e il tetan-test ha restituito il valore di 0.10, quindi al limite tra l'insufficiente e lo scarso quantitativo di anticorpi.
Ho avuto pareri contrastanti in merito alla vaccinazione:
il mio medico curante mi ha consigliato -se proprio voglio stare sicura- di fare dal principio la vaccinazione, mentre alla asl mi hanno riferito che è sufficiente una dose di richiamo per essere nuovamente "in regola".
Sono indecisa sul da farsi e vorrei gentilmente chiedere il vostro parere, avendo ora il valore dei miei anticorpi.
Vi ringrazio anticipatamente
cordiali saluti.
[#4] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
I colleghi della Medicina Preventiva sono senz'altro i più esperti, è loro consuetudine vedere situazioni come la Sua; pertanto la loro opinione (espressione non solo dell'esperienza clinica ma anche dei dati della letteratura medica in materia) resta la più autorevole.
Saluti,
[#5] dopo  
Utente 446XXX

Iscritto dal 2007
gentili dottori,
alla fine di questa indecisione il risultato é che ho fatto passare tempo e non ho risolto il problema..oggi mi é accaduto un incidente domestico e sono corsa al pronto soccorso per medicare la ferita l piede che mi sono creata con un barattolo di vetro che.si è rotto causandomi un taglio vicino l'arco plantare che ha.necessitato di 4punti di sutura.
Mi sono medicata immediatamente prima con acqua ossigenata, poi con betadine e sono corsa al pronto soccorso.
lí mi hanno curato,dopo un po', mettendomi i punti e poi chiedendomi la.situazione.dei vaccini antitetanici. mi hanno somministrato quindi la prina.dose di vaccino Anatetall..
poi per la terapia antibiotica mi è stato dato azitromicina. Posso stare tranquilla?
grazie
[#6] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Il rischio è basso e il trattamento ricevuto, nel Suo caso specifico, dovrebbe conferire una "copertura" sufficiente.
Saluti,